Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 10.00 del 21 Luglio 2018

La Guardia di Finanza celebra il 244 anniversario: il bilancio dell'attività

L'evento è avvenuto a Palazzo San Giorgio

FESTA
La Guardia di Finanza celebra il 244 anniversario: il bilancio dell´attività

Genova - E' stato celebrato il 244° anniversario di fondazione della Guardia di Finanza a Palazzo San Giorgio. Il Comando Regionale Liguria ha tracciato il bilancio dell’attività operativa svolta nel 2017 e nei primi 5 mesi del 2018.

Servizio - Nel corso della cerimonia, sono state consegnate ricompense morali ai finanzieri che si sono particolarmente distinti nelle attività di servizio. Nel corso della prima mattinata, il Comandante Regionale, Generale di Brigata Francesco Mattana, ha reso omaggio alla Stele della Guardia di Finanza dedicata alla memoria dei Caduti del Corpo, presso il Cimitero Monumentale di “Staglieno”, con la deposizione di una corona di alloro. Il Comandante Regionale, dopo aver salutato e ringraziato i presenti, ha sottolineato la peculiare missione della Guardia di Finanza, ponendo l’accento sulle funzioni di Polizia Economico-Finanziaria del Corpo, a forte vocazione sociale, al servizio della collettività e a tutela dei cittadini e degli operatori economici onesti.

Obiettivi - E’ stato presentato il bilancio dell’attività operativa svolta dai dipendenti Reparti del Corpo, nel 2017 e nei primi 5 mesi del c.a., che ha avuto, quali obiettivi fondamentali: a) il contrasto ai grandi fenomeni di evasione fiscale, ai reati tributari ed all’economia sommersa; b) la lotta alla corruzione ed all’illegalità nella Pubblica Amministrazione, alle irregolarità negli appalti e nelle erogazioni di fondi pubblici; c) la lotta contro la criminalità organizzata ed il riciclaggio, contro il finanziamento del terrorismo ed i traffici illeciti internazionali.

Obiettivo - Evasione - «Il contrasto all’evasione ed alle frodi fiscali, nelle loro diverse fenomenologie, rappresenta l’obiettivo primario della Guardia di Finanza. In tale comparto, i Reparti del Comando Regionale Liguria hanno sviluppato 213 indagini delegate dalle Procure della Repubblica e 2.979 interventi ispettivi, a seguito dei quali sono stati proposti all’Agenzia delle Entrate recuperi a tassazione di redditi imponibili netti pari a oltre 476 milioni di euro ed I.V.A. non dichiarata pari a 65,7 milioni di Euro. Le verifiche e i controlli sono indirizzati nei confronti dei soggetti che evidenziano un più alto profilo di rischio valutato sulla base dell’incrocio dei dati rilevati dalle numerose banche dati e dagli applicativi in uso al Corpo nonché da una approfondita attività informativa e dal controllo economico del territorio. Particolare attenzione è stata poi riservata ai contribuenti infedeli che si spingono oltreconfine trasferendo all’estero i propri profitti ed a quelle imprese straniere che operano in Italia, ma non dichiarano nel nostro Paese i redditi su cui hanno l’obbligo di pagare imposte nazionali. Nel settore della fiscalità internazionale gli interventi investigativi, condotti negli ultimi 17 mesi, sono stati 109. Sono 320 i soggetti denunciati per reati tributari in un anno e mezzo di attività, nei confronti dei quali l’Autorità Giudiziaria ha disposto il sequestro di beni ed attività finanziarie per 10,8 milioni di euro. Il 79% delle violazioni penali sono rappresentati dagli illeciti più insidiosi e pericolosi per la stabilità economico-finanziaria del Paese e per la libera concorrenza tra imprese: l’emissione di fatture false, la dichiarazione fraudolenta, l’occultamento di documentazione contabile. Individuati 460 evasori totali, ovvero soggetti che pur avendo svolto attività produttive di reddito sono risultati completamente sconosciuti al Fisco. Sono stati verbalizzati 270 datori di lavoro per aver impiegato 967 lavoratori in “nero” o irregolari. Sul fronte della lotta alle frodi in materia di accise, sono stati effettuati 306 interventi che hanno permesso di sequestrare oltre 25 tonnellate di prodotti energetici illecitamente immessi in consumo. Nel comparto del gioco e delle scommesse clandestine, sono stati verbalizzati nr. 748 soggetti».

Spesa pubblica - L’impegno dei Comandi liguri si è tradotto in 533 accertamenti all’esito dei quali sono state denunciate all’Autorità Giudiziaria 230 persone e segnalati alla Corte dei Conti 208 soggetti per un complessivo danno patrimoniale allo Stato di 22,5 milioni di euro. Tra questi, in particolare, sono stati denunciati: 150 responsabili di illeciti contro la pubblica amministrazione; 31 soggetti per truffe nel settore previdenziale ed al sistema sanitario nazionale; 16 soggetti per frode nella percezione o richiesta di finanziamenti pubblici, comunitari e nazionali, per importi di circa 7

Venerdì 22 giugno 2018 alle 11:00:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova
































Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News