Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 20.20 del 8 Dicembre 2019

Maltempo, prevista ancora pioggia costante

Il presidente Toti: "La risposta dei fiumi è attesa infatti nelle ore successive"

Maltempo, prevista ancora pioggia costante

Genova - E' stata prolungata fino alle 12 di domani l'allerta rossa scattata ieri alla mezzanotte su Genova e Savona e fino alle 15 nell'entroterra savonese. E' stato comunicato oggi nel corso dell'aggiornamento meteo effettuato nella sede della protezione civile regionale alla presenza del presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, del sindaco Marco Bucci, dell'assessore regionale alla Protezione civile Giacomo Giampedrone e dei vertici di ARPAL.

La forte perturbazione ieri ha colpito in particolare la Valpolcevera dove si è fermata per quattro ore causando allagamenti diffusi lungo le strade. In tre ore caduti 300 millimetri di pioggia. Da stamani sono al lavoro 13 squadre di Vigili del Fuoco con oltre 60 persone, specializzate anche nel soccorso acquatico e nel movimento terra che hanno salvato stanotte tre ragazzi rimasti bloccati in auto. Ora la perturbazione si sta spostando verso ponente e la Val Bormida dove negli ultimi giorni sono caduti oltre 1.300 millimetri di pioggia, a fronte di una media annuale di 1.700 millimetri.

La caratteristica di questa perturbazione è quella di essere costante con scrosci intensi e questo sarà l'andamento per tutta la giornata da ponente fino al centro. La precipitazione continuerà per tutta la giornata di oggi con diffuse e persistenti precipitazioni. Registrati 50 millimetri di pioggia a Campoligure con criticità sul Cerusa. Successivamente, in serata, è attesa una recrudescenza con precipitazioni ancora più intense. Previste forti mareggiate con vento forte. Registrata nella notte 80 km di vento a Fontanafresca con raffiche fino a 120.

"E' stato deciso di emanare un nuovo avviso di criticità e un prolungamento dell'allerta per eventuali criticità sul territorio a seguito della forte pioggia – ha detto il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti – La risposta dei fiumi è attesa infatti nelle ore successive.

Nella notte ha piovuto molto e le piogge si sono concentrate in particolare nel ponente di Genova e ora nel savonese, a Rossiglione, Campoligure e nella Valle Stura. Quantitativi importanti a cui la città fino ad ora ha reagito abbastanza bene. Il sistema ha funzionato e la notte è trascorsa senza feriti, anche se sono stati effettuati numerosi interventi di salvataggio articolati. Ora c'è qualche preoccupazione sui corsi d'acqua della Val Bormida. Ripetiamo ai cittadini di prestare attenzione, non è finito nulla, siamo nel cuore dell'allerta".

Il sindaco di Genova Marco Bucci ha ricordato le tappe notturne degli interventi. "All'una e trenta abbiamo deciso di far scattare la procedura di allarme a causa del Rio Ruscarolo e del Fegino, con chiusura della strade e allerta alla popolazione. Alle 5.30 abbiamo deciso di chiudere tutte le strade nella bassa Val polcevera a causa di notevoli allagamenti anche di 1 metro e 50 cm: dalla zona del ponte fino al ponte di Cornigliano, sia dalla parte est che ovest. Nel frattempo è ancora chiusa via S Quirico, via Chiaravagna, via Perlasca, via Borzoli lato Rivarolo".

"Su via Fillak – ha continuato Bucci - sono stati parecchi allagamenti anche su strade trasversali. In corso Perrone 120 le persone isolate, stanno lavorando i Vigili del Fuoco e la strada si pensa di riuscire a riaprirla entro stasera. Preoccupa la situazione sul torrente Cerusa che resta sotto attenzione. Così come il muro dell'Acquasola in via Carcassi su cui stiamo effettuando valutazioni. Le pattuglie sul territorio si sono rivelate essenziali per mettere in moto le procedure di allerta e di allarme. Ringrazio chi ha lavorato stanotte: un lavoro egregio e professionale".

L'assessore regionale alla protezione civile Giacomo Giampedrone ha comunicato l'attivazione alle 4 di notte della colonna mobile regionale che dispone anche di mezzi anfibi. "Questa notte sono state salvate vite umane – ha detto Giampedrone – Abbiamo una colonna mobile efficiente e questo è fondamentale per la sicurezza dei cittadini, a maggior ragione in presenza di allerta rossa". "Per quanto riguarda il Dipartimento nazionale – ha continuato Giampedrone – abbiamo avuto un colloquio con il capo dipartimento Borrelli su tutto quanto stiamo facendo e sul fatto che la Liguria sta reagendo bene e sostenendo da sola lo sforzo senza bisogno, al momento, di alcun supporto nazionale". Tutti i rappresentanti istituzionali hanno raccomandato prudenza e la possibilità di nuove recrudescenze nella prossima notte con ritorni di tipo idrogeologici a partire da domattina.








Sabato 23 novembre 2019 alle 14:30:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News