Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 19.55 del 14 Dicembre 2018

Nuove idee per le vecchie Mura: al via un programma di valorizzazione dei Forti

Nuove idee per le vecchie Mura: al via un programma di valorizzazione dei Forti

Genova - Si consolida la collaborazione già avviata tra Agenzia del Demanio e Comune di Genova attraverso la pianificazione di un percorso condiviso di gestione del portafoglio immobiliare pubblico: l’accordo firmato oggi promuove infatti progetti di recupero e messa a reddito di importanti complessi di pregio storico-artistico, come il Sistema dei Forti genovesi che ha un grande valore identitario per la città. La valorizzazione di questi beni, che richiede importanti investimenti, può infatti rappresentare un’opportunità strategica per rilanciare il turismo e la cultura del territorio e dare un segnale positivo ai cittadini dell’attenzione e dell’interesse delle istituzioni.

Il Direttore dell’Agenzia del Demanio, Riccardo Carpino, e il Sindaco di Genova, Marco Bucci, hanno siglato a Palazzo Tursi il protocollo d’intesa che definisce il quadro istituzionale di riferimento e la condivisione dell’iter di valorizzazione del Forte Santa Tecla, Forte Puin e di Torre Gropallo. Questi nuovi percorsi di recupero si aggiungono a quelli intrapresi nel 2015 con un macroprogramma di valorizzazione dei Forti Belvedere, Crocetta, Tenaglie, Begato, Sperone, dell’Ex Torre Granara e dello stesso Forte Puin, trasferiti in proprietà al Comune grazie alla procedura del federalismo demaniale.

La valorizzazione dei Forti, il sistema difensivo seicentesco che circonda Genova, si inserisce nell’ambito delle iniziative dei Progetti a rete avviati dall’Agenzia: nei prossimi mesi infatti Forte Santa Tecla, di proprietà dello Stato, e Forte Puin, oggi di proprietà del Comune, saranno inseriti nei bandi di concessione del progetto “Cammini e Percorsi” l’iniziativa che mira al recupero degli immobili pubblici che si trovano lungo gli itinerari storico-religiosi. Torre Gropallo, invece, farà parte del progetto “Fari, torri ed edifici costieri” che punta alla riqualificazione degli edifici presenti sulle coste italiane.

«Le operazioni di valorizzazione degli immobili pubblici che coinvolgono i Forti genovesi sono un impegno importante che ci dobbiamo assumere per la città in un momento in cui la comunità è particolarmente provata – ha sottolineato il Prefetto Carpino - Dobbiamo lavorare tutte le istituzioni insieme attivando una sinergia concreta che consenta di dare segnali visibili e fruibili ai cittadini del rilancio turistico di Genova e la mia presenza qui ha questo senso»

«L’obiettivo dell'amministrazione comunale – ha detto il sindaco di Genova Marco Bucci – è quello di valorizzare i forti genovesi patrimonio della nostra città. Riappropriandoci di questi beni cercheremo di valorizzare ancora di più la particolarità del territorio genovese così schiacciato tra il mare e i promontori: il sistema dei forti può aggiungere un valore culturale, sportivo e di intrattenimento alla proposta turistica di Genova».

Lunedì 12 novembre 2018 alle 14:20:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News