Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 20.00 del 26 Maggio 2019

Ponte Morandi, parla l'esperto: "Il fulmine non c'entra niente, il ponte era fragile, andava abbattuto"

Il prof. Brencich: "La tecnologia costruttiva è fallimentare, ha dato problemi fin da subito"

IL CROLLO
Ponte Morandi, parla l´esperto: `Il fulmine non c´entra niente, il ponte era fragile, andava abbattuto`

Genova - “Il fulmine di sicuro non c’entra niente, ha una forza d’urto inferiore a quella di una cannonata e un ponte è progettato per resistere a un colpo di cannone”: lo ha detto Antonio Brencich, professore associato di Costruzioni in cemento armato all'Università di Genova.
Quel tipo di ponte era continuamente in manutenzione, tutti i ponti progettati da Morandi erano affetti da grandi problemi di corrosione a causa della tecnologia che è stata utilizzata. Morandi aveva voluto utilizzare una tecnologia che lui stesso aveva brevettato, che in seguito non è più stata utilizzata, e che evidentemente si è dimostrata fallimentare.
Il ponte – spiega Brencich - è sostenuto da cavi d’acciaio che sono stati tesati e che scorrono su guaine, all’interno delle guaine c’è un sistema di riempimento per impedire che la corrosione possa intaccare i cavi: purtroppo questa tecnologia non ha funzionato per come era stata pensata, per cui la protezione dalla corrosione non è stata garantita. Questo ha prodotto un’accelerazione rispetto al normale degrado della struttura, basti pensare che dopo soli vent’anni dall’inaugurazione la torre est del ponte era già dovuta essere significativamente rinforzata.
Il ponte Morandi doveva essere abbattuto e ricostruito – conclude il prof. Brencich – perché i costi di manutenzione si avvicinavano a quelli della ricostruzione. Quando una macchina è vecchia non si continua a ripararla continuamente, la si cambia”.

Martedì 14 agosto 2018 alle 18:13:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News