Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 16.55 del 13 Dicembre 2018

Ponte Morandi, una tragedia nella tragedia: assunzioni in netto calo dopo il 14 agosto

Anche l'economia ligure risente in maniera pesante del crollo del viadotto sul Polcevera: i dati registrati nel trimestre luglio-settembre sono allarmanti

Numeri alla mano
Ponte Morandi, una tragedia nella tragedia: assunzioni in netto calo dopo il 14 agosto

Genova - Tra luglio e settembre sono stati più di cinquemila i contratti di lavoro persi in Liguria, e il picco si è registrato ad agosto, in concomitanza con il crollo di Ponte Morandi. A riportare questa ennesima "tragedia nella tragedia" è l'edizione cartacea odierna de Il Secolo XIX, le cui parole non fanno che confermare quello che da mesi è il timore di tutti: il crollo di Ponte Morandi continua a fare vittime in ogni campo.

Tiriamo le somme - Quarantatre morti, moltissimi superstiti traumatizzati a vita, decine e decide di familiari e amici delle vittime indelebilmente segnati dal dolore, centinaia di sfollati, una città in ginocchio: ma a quanto pare ancora non basta. I dati Inps - presentati all'interno del bollettino regionale relativo all’Osservatorio sul precariato - forniscono un panorama disastroso non solo per Genova, ma per la Liguria tutta: la ferita del tessuto occupazionale dell'intera regione, infatti, è davvero profonda, e l'economia ligure ne risente a livelli decisamente alti. Una situazione decisamente preoccupante, anche perché - stando ai dati pubblicati dal quotidiano ligure - dai 18.927 di occupati registrati a luglio (in crescita di 117 punti rispetto allo stesso trimestre del 2017) si è successivamente passati a una totale inversione di tendenza del successivo agosto. Nello stesso periodo del 2017, inoltre, la Liguria ha contato 11.532 nuovi contratti, ma arrivati ad agosto 2018 il numero è sceso di oltre duemila punti, situazione che è ulteriormente peggiorata a settembre: in questo scenario, il computo del trimestre luglio-settembre porta con sé ben 5.385 contratti in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Genova e tutta la Liguria sono e rimarranno vittime della tragedia dello scorso 14 agosto. L'odierno quadro occupazionale ligure, insomma, non è affatto dei migliori: anzi, tutt'altro. Il "The day after" crollo di Ponte Morandi risulta catastrofico su qualsiasi fronte, e l'economia a quanto pare è uno dei settori che - sul lungo periodo - più ne sta risentendo. I dati sono allarmanti, ma sicuramente nessuno - dalle istituzioni ai singoli - ha intenzione di soccombere a questa situazione senza cercare di porvi rimedio prima che sia troppo tardi.

Venerdì 30 novembre 2018 alle 17:00:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News