Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 11.40 del 16 Dicembre 2019

Presentato piano bacino ferroviario. Berrino: "Governo completi opere"

Presentato piano bacino ferroviario. Berrino: `Governo completi opere`

Genova - Un trasporto ferroviario che garantisca la massima efficienza e la piena soddisfazione per i pendolari, il tutto al netto del completamento delle opere infrastrutturali necessarie per la Liguria. È l'obiettivo del Piano di bacino del trasporto ferroviario regionale presentato oggi dall'assessore regionale ai Trasporti Gianni Berrino con la collaborazione di Liguria Ricerche.
“La finalità di questo Piano – spiega l’assessore Berrino - è avere in Liguria un trasporto più fruibile per un maggior numero di persone e di aumentare la produttività dei treni a parità di risorse impiegate. La condizione necessaria affinché questo avvenga, però, è la messa in opera entro il 2023 delle nuove infrastrutture ferroviarie: nodo ferroviario di Genova, terzo valico dei Giovi, raddoppio della linea a Ponente e quadruplicamento della Milano-Genova. Come Regione abbiamo fatto, stiamo facendo e faremo costante pressione sul Governo affinché queste opere si portino finalmente a compimento”.

Il piano affronta i punti cardine del nuovo Contratto di servizio 2018-2032 che prevede da parte di Trenitalia e Regione Liguria importanti investimenti riguardanti: il rinnovo della flotta (48 nuovi elettrotreni di cui 5 'Jazz' già in circolazione + 15 'Pop' e 28 'Rock' presentati ieri) al fine di abbassarne l’età media a 4,8 anni nel 2023, l’ammodernamento del reticolo manutentivo, il revamping e il restyling della flotta esistente e nuove tecnologie. Il piano, inoltre, prevede l'aumento della velocità media dei treni di 10 km/h, l'incremento della frequenza di una corsa ogni 15 minuti nella tratta Voltri-Nervi e ogni ora per Genova da entrambe le Riviere. A partire dal 2023, infine, si vedranno annullati i conflitti tra i treni regionali e quelli veloci con i primi che non dovranno più dare la precedenza ai secondi scongiurando quindi i ritardi che danneggiano l'utenza.

Giovedì 14 novembre 2019 alle 18:16:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News