Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 08.20 del 20 Novembre 2018

Un piatto di pasta al pesto per aiutare Genova

Dal 19 al 25 novembre durante la settimana della cucina italiana nel mondo

Un piatto di pasta al pesto per aiutare Genova

Genova - A seguito della tragedia del crollo del Ponte Morandi del 14 agosto, tutte le istituzioni liguri sono impegnate su azioni infrastrutturali per riportare Genova e la Regione a situazioni di minor criticità. Da subito sono state moltissime le offerte di aiuto e sostegno nei confronti di una città riconosciuta universalmente bellissima e fragile, come nelle canzoni di De André.

Nasce così l’idea della campagna di comunicazione e fundraising denominata “Pasta Pesto Day” con il duplice obiettivo di rilanciare un’immagine positiva e accogliente del territorio ligure e raccogliere fondi a favore del conto corrente del Comune di Genova destinato all’emergenza del 14 agosto. Poiché da sempre l’abbinamento territorio-cibo è il binomio di forza per la promozione turistica, il Pasta Pesto Day sarà in concomitanza della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo che si svolgerà dal 19 al 25 novembre, collegando così il gesto di solidarietà all’esperienza diretta di un piatto di pasta al pesto, icona dell’enogastronomia ligure a livello internazionale.

“Gusta la pasta al pesto e aiuta Genova ” “ Per ogni piatto consumato verranno devoluti 2 Euro a Genova, 1 Euro da parte del ristoratore e 1 Euro da parte del cliente ”. L’iniziativa è rivolta a tutti i ristoratori in Italia e ristoratori italiani in tutti i Paesi del mondo che potranno aderire iscrivendosi al sito www.pastapestoday.it.

Slow Food e SlowFood International saranno a fianco del Pasta Pesto Day informando tutti i loro aderenti. In poche settimane si è creato un grande sostegno in tutto il mondo. Il Brasile con una vera e propria squadra di 20 ristoranti italiani a San Paolo sarà il primo Paese testimonial del Pasta Pesto Day e i nostri ambassador saranno gli chef stellati di Paolo&Barbara, ospiti della 7a edizione della settimana della cucina regionale italiana nel mondo organizzata dal Consolato di San Paolo in Brasile. Siamo italiani, da sempre il cibo è legato al territorio, alla cultura alla convivialità e sempre più spesso anche alla solidarietà . Questo il segreto del passaparola inarrestabile che sta vivendo il Pasta Pesto Day. In pochi giorni si contano più di 50 adesioni pubblicate sul sito, tra cui la Manuelina che con la sua focaccia al formaggio di Recco ha guadagnato un corner nella scintillante Rinascente di Milano fronte al Duomo, Zeffirino che per primo ha fatto conoscere il pesto nel mondo, The Cook al Cavo di Ivano Ricchebono chef stellato e volto noto televisivo, Davide Oldani stella della c u cin a p o p italiana, Magorabin e la Credenza, i due ristoranti stellati di Torino. L’imprenditore genovese Roberto Costa aderisce con i suoi 4 ristoranti “Il Macellaio”. Da NewYork aderisce all’iniziativa Madforitaly.net la prima piattaforma in inglese per promuovere l’Italia. Eataly ha accettato una sfida molto ambiziosa. In contemporanea, ma ovviamente con fusi orari diversi, ci sarà una ideale staffetta nei grandi Store Eataly di San Paolo del Brasile, New York, Los Angeles e Monaco di Baviera dove verranno impastati a mano gli gnocchi di patate e verrà fatta una dimostrazione di pesto al mortaio per portare all’attenzione del grande pubblico, amante del cibo italiano, la nostra iniziativa e progettare così una vacanza in Liguria. Entra nel vivo la campagna social con l’hashtag #PastaPestoDay grazie all’impegno di moltissimi blogger, instagrammer ed influencer tra cui Chiara Maci @chiarainpentola con una community instagram di 430mila persone, Manuela Vitulli di “Pensieri in Viaggio”, Veruska Anconitano “La Cuochina Sopraffina”, Elisa e Luca di “Mi prendoemiportovia” che hanno già dichiarato la loro disponibilità al socialmediateam di Agenzia In Liguria. Grazie alla visibilità dei 48 influencer selezionati, appartenenti a 10 Paesi diversi nel mondo, si prevede di dare una copertura mediatica di circa 3,8 milioni di contatti. Tutti al servizio di una buona causa.

Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti afferma: «Puntando sul pesto, che è una delle bandiere non solo gastronomica ma anche culturale e sociale della Liguria, e coinvolgendo in questo progetto bellissimo e ambizioso i ristoratori e i gourmet di tutto il mondo, vogliamo comunicare in tutti i continenti che la Liguria e Genova sono più che mai vive e vitali. Il messaggio che con l’assessorato al Turismo e con l’agenzia di promozione “In L iguria” vogliamo dare, nasce dalla consapevolezza dei mezzi incredibili che abbiamo per superare le difficoltà. Vogliamo dire a tutti, da New York a Sidney, da Londra a Tokyo, che noi ci siamo, non ci arrendiamo e siamo pronti ad accogliere tutti nella nostra bellissima terra a forma di arcobaleno. Per gustare il pesto e le altre prelibatezze che rendono la cucina ligure ricca e unica; per godere delle nostre spiagge e dei nostri borghi di mare 12 mesi all’anno, per visitare Genova con il suo patrimonio di arte e cultura, le Cinque Terre patrimonio Unesco, la Riviera di Ponente, il nostro fantastico entroterra. Oggi la Liguria chiede una mano al mondo, ma è già pronta con tutta la sua potenzialità a ospitare e fare stare bene tutti. Il fatto che in poche settimane siamo riusciti a organizzare un evento così grande e unico, global e social, conferma che l’#orgoglioliguria non si è mai spento».

Venerdì 2 novembre 2018 alle 10:00:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News