Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 15.00 del 26 Giugno 2019

“Dal gesto alla forma – Arte europea ed americana del dopoguerra nella collezione Schulhof”: 80 opere in mostra a Venezia

Di Massimiliano Barbin Bertorelli

“Dal gesto alla forma – Arte europea ed americana del dopoguerra nella collezione Schulhof”: 80 opere in mostra a Venezia

Genova - Si è conclusa il 18 marzo us la mostra “Dal gesto alla forma – Arte europea ed americana del dopoguerra nella collezione Schulhof” tenutasi nel Palazzo Venier dei Leoni (galleria Guggenheim) a Venezia.

Un’ottima opportunità per vedere 80 opere, dal 2° dopoguerra fino agli anni ’80, che i coniugi Schulhof, su suggerimento del mercante d’arte J.K.Thannhauser, collezionarono tra gli artisti viventi contemporanei e, come lascito, dal 2012 si sono aggiunte alla collezione Solomon-Guggenheim.

La rassegna é collegata logisticamente alla collezione permanente della stessa galleria che, nella sua mirabile collocazione scenica, accoglie opere pittoriche e scultoree che Peggy Guggenheim, anche su indicazione di Samuel Beckett, raccolse similmente tra gli artisti a lei contemporanei.

Due anniversari, infatti, si sono verificati in questo anno 2019: i 70 anni dall’acquisto del Palazzo Venier dei Leoni e dalla prima mostra (1949) e 40 anni dalla scomparsa della mecenate (1979), su cui, peraltro, è prevista nel prossimo mese di settembre una mostra per celebrare la “dogaressa” ed i 30 anni trascorsi a Venezia.

La rassegna ha coperto, senza pretesa di esaustività né di rigorosa successione, un panorama di opere artistiche di precipuo interesse, dall’espressionismo astratto all’estetica post-cubista, dal minimalismo all’arte concettuale, da Rothko ad Afro Basaldella, da Capogrossi a Calder, da Max Ernst a Brancusi, da Tanguy ad Hirshfield, da Metzinger a Rouault, da Laurencin a Tapies, da Stella a Burri, da Kelly a Fontana, da Hartung a Wahrol, tra gli altri.

Un panorama di segni, di colori e di forme che enucleano sotto certo aspetto gli accadimenti ed i sentimenti di artisti di una parte e dell’altra dell’Atlantico, a partire dalla fine del tragico evento della Seconda Guerra Mondiale.

Lunedì 18 marzo 2019 alle 15:00:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News