Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 18.00 del 16 Novembre 2019

"Elementi", apre giovedì la 17esima edizione del Festival della Scienza

Quest'anno si celebrano anche i 500 anni dalla morte di Leonardo e i 50 anni dallo sbarco sulla Luna.

i motivi dell'edizione 2019
`Elementi`, apre giovedì la 17esima edizione del Festival della Scienza

Genova - Saranno lo scienziato Lorenzo Rosasco, il geologo Mario Tozzi e il cantante Lorenzo Baglioni a inaugurare, giovedì prossimo, la 17/a edizione del Festival della Scienza di Genova che quest'anno spazia da Leonardo all'intelligenza artificiale pensando al clima ed è dedicata agli 'elementi'.

Sono 280 gli appuntamenti: 144 conferenze, 85 laboratori dedicati ai più giovani, 25 mostre, 10 spettacoli e 16 eventi speciali. Gli ospiti saranno 315, oltre 460 gli animatori e 93 gli studenti coinvoti nel progetto di alternanza scuola lavoro. Il Festival celebra anche i 500 anni dalla morte di Leonardo e i 50 anni dallo sbarco sulla Luna. Moltissimi i temi trattati all’insegna di contaminazioni, interdisciplinarietà, commistione di saperi e discipline: ambiente, life sciences, climate change, chimica, matematica, astrofisica, cosmologia, genetica, medicina, intelligenza artificiale, big data e nutraceutica, ma anche food, linguistica, arte, architettura, archeologia, realtà virtuale, fumetti e gaming.

L’inaugurazione ufficiale si terrà giovedì 24 ottobre alle ore 15:00 presso il Salone del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale, con una sessione di saluti istituzionali. A seguire, come da tradizione, due eventi a ingresso gratuito: alle ore 17:00 la lectio magistralis di Lorenzo Rosasco, professore all'Università di Genova e visiting professor al Massachusetts Institute of Technology di Boston, primo e unico italiano ad aver ricevuto quest’anno il prestigioso ERC Consolidator Grant su temi legati al machine learning. In serata, alle ore 21:00, Mario Tozzi, geologo e ricercatore del CNR, noto volto televisivo che da anni si occupa di ambiente e climate change, e Lorenzo Baglioni, matematico di formazione, ma attore e cantante di professione, smontano le bufale più diffuse sui cambiamenti climatici con la conferenza/spettacolo Clima: tempo scaduto.

Tra i partner del Festival della Scienza c'è anche Cordua: «E’ il primo anno che partecipiamo come supporter al Festival della Scienza e ci auguriamo possa proseguire anche per il futuro – ha dichiarato Simona Vallarino – Prepariamo i nostri studenti per poter affrontare il test di ammissione a medicina sia con lezioni dal vivo che on line. I risultati che abbiamo ottenuto sono soddisfacenti, è stata raggiunta una percentuale del 75%». Nel 2019, anno che celebra la ricorrenza del 160° anniversario dei rapporti bilaterali con l’Italia, la scelta del Paese ospite è caduta sui Paesi Bassi, realtà di riferimento per ricerca e innovazione, con prestigiose università e vere avanguardie in ambiti come la fisica, le tecnologie spaziali e le nanotecnologie, l’agroalimentare e la tutela dell’ambiente. Ai Paesi Bassi sarà dedicato un spazio esclusivo a Palazzo della Borsa, con mostre fotografiche, laboratori e incontri. Previsto anche un ricchissimo palinsesto di conferenze che vedranno protagonisti scienziati provenienti dai principali istituti di ricerca olandesi.
Si rinnova, inoltre, la tradizione che prevede di sperimentare la cultura del cibo del Paese ospite. Eleonora Cozzella, volto noto della giornalismo gastronomico, intervista Bijon Massop, giovane chef olandese emergente, che ci farà anche assaggiare la sua cucina in un cooking show, quest’anno per la prima volta nei nuovi spazi del MOG - Mercato Orientale Genova. A chiudere il Festival, un omaggio alla città di Genova tra letteratura e scienza elargito da due protagonisti innamorati della Superba, che la raccontano dai rispettivi punti di vista: Ilja Leonard Pfeijffer, poeta e scrittore olandese, genovese di adozione, autore di un originale romanzo su Genova, e il Presidente del Consiglio Scientifico del Festival, Alberto Diaspro.

Giovedì 24 ottobre 2019 alle 10:22:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News