Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 15.30 del 16 Novembre 2018

"Passerelle Volanti", martedì 6 novembre a Palazzo Grillo

`Passerelle Volanti`, martedì 6 novembre a Palazzo Grillo

Genova - Martedì 6 novembre alle 17.45 a Palazzo Grillo (Piazza delle Vigne 4) inaugura la mostra multimediale “Passerelle Volanti – viaggio in una Genova sospesa”, progetto vincitore della Call “Amate l’Architettura!” lanciata dalla Fondazione dell’Ordine degli Architetti. Visitabile dal 7 fino al 25 novembre, la mostra indaga la grande capacità progettuale di Genova nell’esplorare soluzioni sorprendenti cogliendo gli spunti di un territorio compresso tra mare e monti. Un viaggio immersivo attraverso quei passaggi sospesi di mille forme e dimensioni che accompagnano gli spostamenti quotidiani degli abitanti della nostra città. Si trovano ovunque, quasi invisibili a chi le percorre distrattamente tutti i giorni, ma sorprendenti per chi visita Genova per la prima volta. Le passerelle fanno di un tetto un’entrata secondaria, ampliano la casa in giardini annidati sui muri di contenimento, connettono spazi pubblici e privati in una rete infinita, e raccontano in modo inedito i legami di questa città senza vertigini.

Mercoledì 7 novembre alle 19 nella Sala Liguria di Palazzo Ducale inaugura la mostra “Gianni Berengo Gardin fotografa Renzo Piano” a cura di Guido Risicato e Lorenzo Trompetto, visitabile dall’8 al 25 novembre. A seguire, alle 21, nella Sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale, si terrà la conferenza “Gianni Berengo Gardin a colloquio con Silvio Ferrari”, in cui il fotografo ligure racconta la propria visione della fotografia come documento narrativo e non come semplice immagine. Nel 1979 Gianni Berengo Gardin comincia la sua collaborazione con Renzo Piano documentando le diverse fasi che portano alla realizzazione dei suoi progetti, dai primi atti fondativi fino alla fine del cantiere. La mostra presenta trenta scatti selezionati dallo stesso Berengo Gardin tra quelli che hanno per oggetto i lavori dello studio Piano nel periodo che va dal 1979 al 2000. A questi si aggiunge il ritratto che il Fotografo fece all’Architetto alla fine della loro lunga collaborazione: un’immagine semplice, composta, ma allo stesso tempo permeata di umanità e affetto. La mostra pone l’accento sulla figura di Piano costruttore attraverso lo sguardo di Gardin reporter; due figure estremamente pragmatiche ma allo stesso visionarie. Due figure profondamente liguri.

Venerdì 2 novembre 2018 alle 13:00:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News