Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 13.30 del 25 Settembre 2018

«Poesie per Aeroporti e Stazioni, fermata Genova»

Domenica alle 21,30 lo spettacolo di Filippo Lubrano e Manuel Picciolo fa tappa Dallorso.

«Poesie per Aeroporti e Stazioni, fermata Genova»

Genova - Poesie della lontananza, poesie da non luoghi, accompagnate da musiche per aeroporti e stazioni, di byrniana memoria. "Poesie per Aeroporti e Stazioni", lo spettacolo di Filippo Lubrano (testi) e Manuel Picciolo (arrangiamenti e rumori) fa tappa a Genova per la prima volta, dopo aver calcato i palchi di Sarzana e La Spezia, Dallorso il paradiso della Pinsa, domenica 4 marzo alle 21,30.

Un'ora intensa di poesie, aneddoti, canzoni dedicate a quelle attese impercettibili che caratterizzano ogni spostamento, che sottenda a viaggi esotici nel tempo o nello spazio.
Filippo Lubrano, autore del romanzo "Radici Aeree", interamente scritto in carlinghe di aerei, ha 34 anni e da 3 fa parte del collettivo dei Mitilanti, i poeti performativi che da anni animano il Levante ligure portando spettacoli e organizzando manifestazioni a sfondo poetico.
Manuel Picciolo, in arte Mappo, è un musicista polistrumentista, già vincitore del Premio Lunezia e fresco di titolo anche di "Speremo", versione spezzina del festival sanremese.
"Sarà uno spettacolo vibrante: porteremo il pubblico in un viaggio che comincerà dalla Liguria e finirà in non-luoghi asiatici, passando per Genova Brignole, New York, il Cile, Bangkok" promette il duo.

Venerdì 2 marzo 2018 alle 16:00:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News