Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 19.30 del 10 Dicembre 2018

A Tursi la mostra "Vite straordinarie” l'albo di donne e uomini che hanno fatto la differenza

A Tursi la mostra `Vite straordinarie” l´albo di donne e uomini che hanno fatto la differenza

Genova - Nessuno resti indietro: è il monito dell'Onu per la Giornata della disabilità, in programma oggi.

Garantire la piena e paritaria partecipazione delle persone con disabilità nei diversi ambiti della società, progettare e realizzare spazi urbani, infrastrutture e servizi che siano inclusivi: questo l’obiettivo della giornata che vedrà nel capoluogo ligure, nella sede del Municipio, una iniziativa di sensibilizzazione promossa dall’Inail ligure e dal Comune di Genova, assessorato alle politiche del personale, pari opportunità e assessorato alle politiche sociali.

Oggi, a Palazzo Tursi, Enrico Lanzone, Direttore regionale vicario INAIL ligure e Arianna Viscogliosi, assessore alle politiche del personale nonché alle pari opportunità, hanno presentato le “VITE STRAORDINARIE”, i pannelli tratti dal numero speciale di ‘Superabile Magazine’, con le storie di uomini e donne che hanno fatto la differenza.
«La disabilità è la parte della persona che solitamente colpisce di più – sottolinea l’assessore alle Pari opportunità del Comune di Genova Arianna Viscogliosi – i personaggi raccontati nella mostra ci insegnano che la rinascita è possibile partendo da quel che si è, cioè dall’espressione delle potenzialità che esistono nella vita di ognuno di noi. Non necessariamente tutti i disabili sono famosi ma certamente sono straordinari nella loro capacità di affrontare la vita di tutti i giorni».

Riproposte con un linguaggio immediato, sulla base del best seller “Storie della buonanotte per bambini ribelli”, le ventidue biografie - con la potenza della rappresentazione visiva - raccontano di undici donne e undici uomini di ieri e di oggi che per le loro doti straordinarie, si sono distinti nei vari campi delle arti, delle scienze, dello sport, portando in maniera più o meno consapevole il tema della disabilità al centro del dibattito pubblico. Tutti, con i loro percorsi di vita fuori dal comune, hanno saputo sorprendere e ispirare l’intera collettività

Si tratta di musicisti, scienziati, modelle, attivisti, provenienti dagli USA, dalla Gran Bretagna, dal Belgio, dall’India, dal Messico, dalla Slovenia, persone sordo cieche, affette da poliomielite, persone affette dalla sindrome di Asperger, vittime di incidente, amputati.
Il linguaggio semplice, che non lascia nulla alla banalità, la rappresentazione grafica lontana da ogni retorica fanno di Vite straordinarie un successo editoriale che si arricchisce, ora, di una tappa importante con la collaborazione del Comune di Genova che li ha posti quale veicolo di diffusione culturale e sociale nella cornice prestigiosa di palazzo Tursi.

Il senso dell’iniziativa - nelle parole di Enrico Lanzone - «si situa nella giornata internazionale ma intende raccontare di un’attenzione e di un impegno che accompagnano tutti i giorni l’azione dell’Istituto nella convinzione che la tenuta e lo spessore della società si misurano nel valore del riconoscimento delle capacità che ogni uomo, disabile e non, ha diritto di vedersi riconoscere».

L’esposizione sarà visitabile fino a sabato 8 dicembre in orario 10.00 18.00 con accesso per le persone disabili in carrozzina da Palazzo Bianco.

Lunedì 3 dicembre 2018 alle 17:05:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News