Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 18.50 del 20 Aprile 2019

Al Teatro Instabile torna "Due donne e un delitto"

Domenica alle 21 lo spettacolo che, tra suspense e ironia, dipinge il binomio rivalità/solidarietà femminile.

Al Teatro Instabile torna `Due donne e un delitto`

Genova - Domenica 10 febbraio (ore 21) al Teatro Instabile (via Antonio Cecchi 19/r) torna in scena "Due donne e un delitto", spettacolo giallo/comico diretto e interpretato dall’attrice Martina Consoli e Francesca Colombo, attrice, modella e influencer genovese. Scritto da Valentina Capecci, "Due donne e un delitto" ha esordito domenica 3 febbraio, facendo registrare il tutto esaurito. Lo spettacolo ha il patrocinio della Federazione Italiana Donne Arte Professioni Affari (Fidapa).

«È stato un esordio perfetto - raccontano Francesca Colombo e Martina Consoli - ancor più roseo di come lo avevamo sognato. Un'accoglienza di questo tipo in un teatro gremito è un'enorme soddisfazione, ma non ci fermiamo qui: domenica 10 febbraio c'è il secondo spettacolo, e puntiamo a ripeterci». “Due donne e un delitto” vede contrapporsi Carla (Francesca Colombo), giornalista molto intelligente ma inconcludente e Viola (Martina Consoli), femme fatale nata sotto una buona stella e sposata con un uomo facoltoso. «Ma non è tutto oro – anticipa Francesca Colombo, regista e interprete con Martina Consoli – quel che luccica: Carla e Viola si trovano improvvisamente a dover affrontare un problema che, tra suspense e ironia, tenteranno di risolvere». L’arrivo nel cuore della notte di Viola a casa di Carla mette a dura prova il loro rapporto e, tra incomprensioni, tranelli, bugie e vecchi dissapori, le due amiche affrontano gli enigmi di un delitto, che potrebbe cambiare la vita di entrambe. «"Due donne e un delitto" – aggiunge Martina Consoli – nasce insieme a Francesca, dal desiderio di creare qualcosa di genuino, in totale autonomia. Il sogno si è poi realizzato grazie alla combinazione di un testo brillante, scritto dall'impeccabile Valentina Capecci, e dell’aiuto di una grande amica, Eleonora Oddone, assistente alla regia. Senza dimenticare l’appoggio morale e pratico di Antonella Castagnino, direttrice del “Palcoscenico” di Genova, luogo in cui Francesca ed io ci siamo conosciute, formate e ritrovate».

Mercoledì 6 febbraio 2019 alle 11:30:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News