Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 13.00 del 15 Ottobre 2018

Dal 25 ottobre al 4 novembre Genova si colora di Cambiamenti: il Festival della Scienza torna in città

Come da tradizione, anche la sedicesima edizione avrà un'unica parola chiave: questa volta si parla di 11 giorni di "Cambiamenti"

SEDICESIMA EDIZIONE
Dal 25 ottobre al 4 novembre Genova si colora di Cambiamenti: il Festival della Scienza torna in città

Genova - Dal 25 ottobre al 4 novembre la parola d'ordine a Genova sarà una sola: Cambiamenti. Perché? Semplice: inizia la sedicesima edizione del Festival della Scienza.
Proprio questa mattina si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della manifestazione genovese presso la sede del CNR di Roma, a cui hanno preso parte anche il presidente del Festival Marco Pallavicini, il presidente del consiglio scientifico Alberto Diaspro, il presidente del comitato di programmazione Giovanni De Simone e l'assessore alla Comunicazione, Formazione, Politiche giovanili e Culturali della Regione Liguria, Cavo. In rappresentanza del Paese ospite è invece intervenuto Ariel Bercovich, consigliere per gli Affari Pubblici dell’Ambasciata d’Israele. A moderare l’incontro ha pensato il geologo e divulgatore scientifico Mario Tozzi, mentre i dettagli del programma sono stati illustrati dal direttore operativo del Festival Fulvia Mangili.

«In più occasioni abbiamo sostenuto che anche dalla cultura riparte Genova: questo Festival della Scienza rappresenterà per il calendario di conferenze, spettacoli e mostre che propone un momento di grande attrazione per un pubblico nazionale e internazionale e potrà giocare un ruolo per dimostrare al mondo della conoscenza che Genova c'è». Queste le parole spesa dall'assessore regionale alla Cultura Ilaria Cavo, per cui la manifestazione genovese rappresenta un grande vanto per la città. «Il tema "Cambiamenti"» prosegue l'assessore «è ampio e attuale, e mi fa piacere che sia declinato anche sul tema della disabilità: una proposta avanzata da Regione Liguria, dopo aver ospitato i giochi paralimpici europei under 21. Durante la manifestazione verrà spiegato come scienza e tecnologia stanno cercando di migliorare la qualità della vita delle persone diversamente abili. I giovani, del resto, saranno protagonisti anche di questo Festival, con un progetto di alternanza scuola lavoro che coinvolgerà gli studenti delle scuole secondarie».
«Mi preme inoltre di sottolineare» conclude l'assessore Cavo «che, dopo il crollo di Ponte Morandi, il Festival ha deciso di garantire l'ingresso gratuito alla manifestazione alle persone evacuate e agli studenti più colpiti da questa tragedia. Un segnale di vicinanza e di ripartenza che arriva puntuale anche dal mondo della scienza e della cultura».

Venerdì 5 ottobre 2018 alle 07:30:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News