Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 14.25 del 9 Dicembre 2019

Dal 26 al 28 luglio a Busalla la 3ª edizione del Festival dello Spazio

Dal 26 al 28 luglio a Busalla la 3ª edizione del Festival dello Spazio

Genova - Dal cinquantenario della conquista della Luna, con tanto di testimonianza diretta dello storico telecronista di allora, Tito Stagno, ai piani delle agenzie spaziali e dell'industria per un ritorno sul nostro satellite nel prossimo futuro; dalla robotica fantascientifica dell'Iit all'aggiornamento sulle attività della Stazione spaziale internazionale sulla quale opererà, a breve, l'astronauta italiano Luca Parmitano. Ampio spazio anche al cambiamento climatico e agli incomparabili strumenti che l'osservazione satellitare offre alla comprensione di questo fenomeno, mentre una sessione particolare, organizzata assieme a Confindustria Genova, sarà dedicata alla "Space Economy", settore di sviluppo dell'economia mondiale tra i più promettenti dei prossimi anni.

Sono questi i principali temi che verranno trattati dalla terza edizione del Festival dello Spazio, in programma a Busalla da venerdì 26 a domenica 28 luglio. Nato nel 2017 per celebrare i 25 anni dal primo viaggio nello spazio di un astronauta italiano, il busallese Franco Malerba, il Festival si è ormai imposto come un appuntamento fisso nel panorama nazionale, che consente a curiosi e appassionati, giovani che sognano una carriera di ingegnere spaziale o di astronauta, di avvicinare ed ascoltare tecnici e scienziati direttamente coinvolti in avvincenti programmi di ricerca, di sviluppo tecnologico e di esplorazione.

«Questa terza edizione punta ad un cambio di passo – spiega lo stesso Franco Malerba, architetto del Festival dello Spazio –: da una parte era infatti d'obbligo ricordare i 50 anni dell'uomo sulla Luna e il viaggio di Parmitano alla Stazione spaziale. Dall'altra, c'è la novità di quest'anno, che consiste nel coinvolgimento del mondo delle imprese, in una prospettiva di sviluppo legata alla "Space Economy", ovvero le basi di dati, le applicazioni e i servizi che stanno fiorendo a valle delle infrastrutture di navigazione e di osservazione della terra: dalla logistica all' agricoltura di precisione, dalla gestione dei trasporti all' auto a guida autonoma. Ne parleremo già nel pomeriggio della giornata inaugurale, venerdì 26, con un panel di industrie genovesi impegnate in attività spaziali, coordinato dall'Iit e da Confindustria Genova».

Complessivamente saranno ben 27 gli esperti pronti a darsi appuntamento a Villa Borzino, provenienti dalle agenzie spaziali europea ( Esa) ed italiana ( Asi) e da Istituto italiano di tecnologia ( Iit), Centro euro-Mediterraneo sui cambiamenti climatici ( Cmcc), Istituto nazionale di astrofisica ( Inaf), Thales Alenia Space e Leonardo. Una lista di relatori d'eccezione che comprende anche Matthias Petschke, direttore presso la Commissione europea per i programmi comunitari sulla navigazione satellitare, che nella giornata inaugurale illustrerà la strategia spaziale dell'Unione europea.

Venerdì 12 luglio 2019 alle 14:20:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News