Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 10.00 del 23 Settembre 2018

Dedicato a EurAfrica il 27° Festival Musicale del Mediterraneo

Dedicato a EurAfrica il 27° Festival Musicale del Mediterraneo

Genova - Venerdì 31 agosto parte a Genova la 27 edizione del Festival Musicale del Mediterraneo, intitolata EurAfrica: primo capitolo di un progetto triennale che proseguirà con EurAsia nel 2019 e EurAmerica nel 2020. Si comincia al ritmo dei tamburi del World Percussion Meeting, pronti a invadere piazze e vicoli del centro storico, per approdare sulla zattera di Banano Tsunami insieme al DJ Set di Guido Sarpero e alle invenzioni musicali dei Technoir. Tutto questo, in un primo weekend inaugurale che culminerà sabato 1 settembre a Palazzo Reale con la prima europea di Flamengo Meets Griot, contaminazione inedita tra l'Arpa Jonda della tradizione andalusa e la Kora mandinka centro-africana.

Tra i primi in Italia e in Europa per storicità, il festival ideato e diretto da Davide Ferrari continua in questa nuova edizione a promuovere l'incontro tra le arti e tra le razze, tra il passato e il presente, con uno sguardo deciso verso il futuro. Protagonisti suoni, ritmi e voci provenienti dall'Italia e dal mondo: Marocco, Senegal, Grecia, Ghana, Rwanda, Spagna, Belgio, Francia, Etiopia, Algeria, Tunisia, Austria, Sud Africa, Angola e Somalia.

In programma eventi rari, talvolta unici, a partire dalla prima europea di ARPA JONDA - FLAMENCO MEETS GRIOT, concerto inaugurale del 1° settembre, con due virtuose andaluse che, attraverso il suono del magico strumento e l'incanto delle loro voci, incontrano la Kora africana e l'arpa dei Griot senegalesi. E poi, le sonorità etiopi di GABRIELLA GHERMANDI con il progetto ATSE TEWODROS (4/09). Protagonista la voce straordinaria (definita 'paradisiaca da Le Monde) di Naziha Azzouz (5/09), con la prima nazionale del AZZOUz & EL FEMININ TARAAB (5/09), un trio al femminile che unisce voci e ritmi tunisini e algerini con la tradizione popolare europea. Attesissimo il concerto speciale realizzato dalla cantante attrice M'BARKA BEN TALEB - già con Turturro nel film "Passione" - e il polistrumentista MARZUK MEJIRI, che insieme hanno creato "TUNISI CANTA NAPOLI" (6/09), un repertorio misto che unisce le due città. Si prosegue con l'OMAGGIO ALL'AFRICA DI PIERPAOLO PASOLINI (7/09), partendo dal documentario "Appunti per un Orestiade africana" con lo straordinario pianista STEFANO BATTAGLIA, la voce friulana di ELSA MARTIN, l'attore di Peter Brook TAPA SUDANA, le sperimentazioni sonore di ECHO ART. Mozart incontra gli Zulu dello Zimbabwe con MOZULUART (8/09), un progetto che unisce Vienna al Sudafrica, la musica classica mozartiana con le polifonie delle township. Ed ancora, l'incontro tra la PIZZICA e la CAPOEIRA, in ULÍA, diretto da Anna Cinzia Villani, salentina doc (12/09). Si chiude con la cantante e attrice italo-somala SABA ANGLANA, il 15 settembre.

Il Festival si contraddistingue per le esclusive nazionali, per i programmi focalizzati su temi specifici, per le location prestigiose come i Musei di Castello D'Albertis, i giardini di Palazzo Reale e Palazzo del Principe, i cortili dei palazzi storici di Via Garibaldi, Palazzo Ducale, il Porto Antico e le piazze e vie del centro storico, con concerti ed eventi collaterali a carattere espositivo e workshop. L'Unesco da molti anni riconosce e patrocina l'evento per "l'importanza della valorizzazione dei linguaggi e la promozione delle culture dei popoli ".

Mercoledì 29 agosto 2018 alle 13:30:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News