Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 15.55 del 22 Gennaio 2020

Il Tri-Capodanno si chiude con il botto: 100 mila in tutta Genova

Il Tri-Capodanno si chiude con il botto: 100 mila in tutta Genova

Genova - Oltre 100 mila persone per la serata finale del Tri-Capodanno genovese: un ingresso nel 2020 col botto, attraverso un party lungo tre giorni con proposte musicali per tutti i gusti, in un alternarsi continuo di cantanti, musicisti Dj, youtuber e rapper. In piazza De Ferrari e dintorni, erano in più di 35 mila a cantare insieme a Giusy Ferreri, l’evento clou della serata, preceduto dallo show di Tedua.

«Possiamo ufficialmente dire che il tri-Capodanno ha avuto successo ed è già diventato un brand tutto genovese, come era nelle nostre intenzioni – dichiara l’assessore ai Grandi eventi Paola Bordilli - Strade, musei, Porto antico pieni e una piazza De Ferrari emozionante e vibrante come non mai e soprattutto con persone di ogni età: una piazza stracolma anche di giovani e giovanissimi, segno di come Genova può e sa parlare anche alle nuove generazioni. Senza dimenticare le ricadute economiche che eventi come questo, finanziato anche con proventi dell'imposta di soggiorno, danno sia alla ricettività cittadina, sia ai tanti locali: anche per questi i numeri sono molto positivi. Permettetemi infine un grazie sincero alla squadra che ha permesso che tutto questo fosse fruibile a cittadini e visitatori: dipendenti pubblici, polizia locale e tutte le forze dell'ordine, volontari, protezione civile, società partecipate (Amiu, Aster, Amt), taxi, organizzatori, sponsor. E il grazie più grande a tutti coloro che hanno risposto alla chiamata della città: questo è uno stimolo per continuare a migliorarci sempre di più».

In Strada Nuova erano più di 1.000 a prendere d’assalto gli antichi Palazzi dei Rolli: Palazzo Bianco ha registrato il pienone con “Pinocchio al Museo”, un adventure game a metà tra il videogioco e la caccia al tesoro. Folla anche a Palazzo Tobia Pallavicino, sede della Camera di Commercio, aperto in via straordinaria per offrire ai visitatori la bellezza della Sala Dorata con i celebri specchi, gli stucchi dorati e gli affreschi di Lorenzo De Ferrari.
ù
Un grande afflusso di pubblico è stato registrato anche per la mostra monografica di Bernardo Strozzi, ospitata a Palazzo Nicolosio Lomellino e per i concerti jazz, pop e funk della “Tanto Grass Gang Band” lungo via Garibaldi e nell’atrio di Palazzo Tursi dove dopo la mezzanotte, Andrea Cardinale, Josè Scanu e Gaia Godani hanno suonato celebri brani di Nicolò Paganini, di Gioachino Rossini, fino ad arrivare al ‘900 con il tango classico e di Piazzolla.

Un Capodanno all’insegna di arte e divertimento anche a Palazzo Ducale, con oltre 2.300 biglietti staccati per le mostre di Hitchcock e Banksy. In 120 hanno partecipato all’iniziativa “Aspettando gli Anni Venti”, un cenone in stile con l’accompagnamento della “Genova Swing Band” e naturalmente la mostra “Anni Venti in Italia”. Altre 1.000 persone hanno partecipato ai vari festeggiamenti gastronomici e ai brindisi.

Il Capodanno 2020 al Porto antico ha conquistato più di 3mila persone con le sue proposte, la cui punta di diamante è stata il concerto di musica classica a Calata Falcone Borsellino, con l‘orchestra di Fiati della Città di Cinquefrondi, seguito da uno scatenato DJ SET.
Pienone anche a piazzale Mandraccio, con gli artisti della XIX edizione di “Circumnavi-gando - Festival Internazionale Circo Teatro - Fool Immersion” e a “La città dei bambini e dei ragazzi” nei Magazzini del Cotone, dove 300 bambini di ogni età hanno giocato in-sieme in un Capodanno creato su misura per loro. Più di 200 giovani e giovanissimi si sono esibiti in evoluzioni on ice sulla pista di patti-naggio sul ghiaccio, mentre 400 persone hanno partecipato al cenone organizzato all’Acquario di Genova.


Mercoledì 1 gennaio 2020 alle 16:00:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News