Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 17.55 del 24 Settembre 2018

Isabella Pileri, scrittrice “Miglior Giallo 2017” e finalista al Rive Gauche Festival

Isabella Pileri, scrittrice “Miglior Giallo 2017”  e finalista al Rive Gauche Festival

Genova - Ieri a Firenze nell'ambito del «Firenze Filmcorti Festival - V edizione» premiazione con lettura del romanzo rosenoir “Schegge di Memoria” ( De Ferrari, Genova, 2017) a cura del Presidente Rive Gauche Dott. Marino Demata, commento critico a cura della Presidente di Giuria Dott. ssa Maria Rosaria Perilli.

Lettura di “Schegge di memoria”, terzo romanzo poliziesco della scrittrice genovese Isabella Pileri (Genova, De Ferrari, 2017), la cui cover è tratta dall'opera di Maria Rita Vita “Il Blu della Speranza”. L'artista massese sarà presente alla premiazione insieme all'editor e agente della scrittrice, Dott.ssa Luisa Pavesio, già Direttore degli Istituti Italiani di Cultura nel Mondo presso la Farnesina. La Pileri è stata insignita nel 2015 del Premio “Luisa Rossi Buglione”, mentre “Schegge di memoria”, romanzo segnato in più luoghi dal ricordo di Dickens cui è dedicato, è stato scelto dalla Presidenza del Premio Bancarella 2017 quale opera ospite per le manifestazioni collaterali in programma, e selezionato dal Gruppo dei Lettori del Premio Acqui Storia 2017 nel dicembre scorso, con commento critico a cura del critico letterario Prof. Prosperi. Il romanzo è stato, nel mese di febbraio 2018, nella Top 100 Bestseller dei Thriller e Polizieschi, Narrativa Italiana su IBS. «In una Londra vittoriana ambientato si svolgono le storie parallele dello psichiatra John Irving e del suo omonimo antenato, dedito a sperimentazioni e riti alchemici nel tenebroso Castello dei Tennenwood. In entrambe le storie, l’amore diventa protagonista attraverso il personaggio della giovane Vera Keller, che diviene l’ultima paziente di Irving, con il quale si dedicherà alla ricerca di un infelice passato perduto.
Torna in “Schegge di memoria“, ascritto al nuovissimo filone letterario “rosenoir” il personaggio del detective Baglioni, antieroe pigro ed involontariamente che risolve i casi per caso, assistito dalla sempiterna amica ed assistente Bea Lenci».

Domenica 18 marzo 2018 alle 10:20:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News