Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 13.30 del 25 Settembre 2018

Istituzioni, Genoa e Carlo Felice invitano i tifosi: «Venite all'Opera!»

Istituzioni, Genoa e Carlo Felice invitano i tifosi: «Venite all´Opera!»

Genova - Il Genoa all'Opera. Questa l'iniziativa promossa dal Teatro Carlo Felice e dal Genoa, con una conferenza stampa congiunta presidiata dall'amministratore delegato Alessandro Zarbano e da mister Davide Ballardini in rappresentanza del Genoa, da Maurizio Roi e Roberto Pani (Sovrintendente e vicepresidente della Fondazione Carlo Felice) e da Ilaria Cavo (assessore alla Cultura della Regione Liguria) ed Elisa Serafini (assessore alla Cultura del Comune di Genova).

«Conosco l'opera dal 2005, inizialmente non me ne interessavo ma da quando l'ho "assaggiata" me ne sono innamorato» ammette Roberto Pani. «Così avviene allo stadio, è un'esperienza che non ha eguali. Siamo molto fortunati perché nella nostra città abbiamo un teatro di serie A, che è il Carlo Felice e poi abbiamo due attori protagonisti della massima serie calcistica che sono Genoa e Sampdoria. Oggi siamo qui con la società più antica d'Italia, che ha insegnato il calcio nella Penisola. Speriamo che questa iniziativa porti presto a teatro tanti tifosi del Genoa».

Parola poi all'amministratore delegato rossoblù, Alessandro Zarbano. «Celebriamo quest'anno i 125 anni del Genoa. Per noi è motivo d'orgoglio essere qui al Carlo Felice, che è un'eccellenza non solo genovese ma italiana. Sarebbe bello avvicinare il pubblico calcistico al teatro, un vero e proprio scambio culturale».

Sulla stessa lunghezza d'onda sono sintonizzate le due autorità regionali e comunali presenti alla conferenza, Ilaria Cavo ed Elisa Serafini. «Quella di oggi è una giornata che dà un segnale. Mi auguro che ci siano successive tappe alla collaborazione avviata, che dimostra come sport e cultura possano andare di pari passo. Io sono convinta che in questo teatro vengano genoani e sampdoriani. Il teatro che ospita è un messaggio sicuramente positivo, di promozione, di interesse. Magari un domani verranno presentate le squadre qui, è una proposta che butto lì sia chiaro. Ma diciamo che da sempre ogni evento che può aprire le porte di questo teatro è assolutamente positivo. È questo è il senso di questa giornata. E ovviamente siamo aperti a una collaborazione anche con la Sampdoria. È bello che il Genoa si sia fatto avanti per questa iniziativa. Credo che lo scambio si compia quando il Carlo Felice suonerà prima delle partite» spiega l'assessore Cavo. «Noi come Comune siamo veramente felici di questa iniziativa. Genoa e Carlo Felice sono due totem che creano aggregazione. L'intenzione è di creare un progetto che consenta un domani di raccoglierne un beneficio. Stiamo lavorando in questa direzione, orientata al rinnovo del pubblico del Carlo Felice e credo che questa sinergia sia assolutamente positiva».

«Io vengo da Ravenna - introduce mister Davide Ballardini - e a Ravenna ci vive Riccardo Muti, da quando ho iniziato ad allenare quello che faccio tutti gli anni d'estate è andare a vedere le prove del maestro Muti. L'opera e il calcio sono in modi diversi cultura e arte. Ci sono cose in comune per chi deve dirigere un'orchestra e chi deve dirigere una società di calcio. E mi riferisco a Zarbano, perché gli allenatori vanno e vengono».

«Questa sinergia per noi è molto importante. Speriamo che questo inizio ci consenta di far conoscere ulteriormente il teatro» conclude soddisfatto Maurizio Roi, sovrintendente della Fondazione Carlo Felice.

I tifosi rossoblù - vista la sinergia tra Fondazione Carlo Felice, Comune di Genova, Regione Liguria e Genoa Cricket and Football 1893 - potranno così in futuro usufruire di agevolazioni economiche. Un modo certamente originale per "contaminare" (come detto a più riprese nella conferenza) i due pubblici.

Venerdì 2 marzo 2018 alle 17:30:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News