Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 14.15 del 16 Ottobre 2018

Marcello Pasquali, è "18" il nuovo album del crooner torinese

Marcello Pasquali, è `18` il nuovo album del crooner torinese

Genova - S’intitola semplicemente ‘18’, come il numero delle tracce che contiene, il nuovo album di Marcello Pasquali (www.marcellopasqualiofficial.com), stimato è un cantante, cantautore, compositore e crooner italiano. Il disco è disponibile in tutti gli stores digitali, e in formato fisico su Amazon.

Segno zodiacale bilancia ma con ascendente Ariete, nato a Torino ma veronese d’adozione, il virtuoso artista ritorna sulle scene con un progetto discografico - il terzo della sua carriera - pubblicato per la storica etichetta indipendente torinese ‘Capogiro Records’ (distribuzione ‘Believe Digital’), fondata e diretta dal valente Biagio Puma che vanta negli anni collaborazioni importanti con artisti del calibro di Gerardina Trovato, Franco Tozzi (fratello del celebre Umberto), Piero Chiambretti, Mario Lavezzi, Rita Pavone e Danilo Ballo, affermato arrangiatore dei migliori dischi dei mitici Pooh. In scaletta, una carrellata di grandi successi della migliore musica mondiale di ogni tempo riletti con voce intima e calda, come solo un cantante di razza sa fare.

Brani, tra i tanti reinterpretati con gusto e classe, in equilibrio tra originalità e new sound, di Tiziano Ferro (‘Non me lo spiegare’), Fred Buscaglione (‘Buonasera Signorina’), Edith Piaf (‘La vie en rose’), Mina e Celentano (‘Acqua e sale’), Sting (‘Fragile’).

Con uno spazio importante al miglior Songbook americano, di cui un riuscito esempio è ‘The Girl of Ipanema’ portata al successo nel 1962 dall’immortale Frank Sinatra, e felici incursioni nel mondo del miglior musical moderno di sempre, di cui l’intensa e struggente ‘Il tempo delle cattedrali’ (canzone di punta a firma Riccardo Cocciante della colonna sonora di ‘Notre-Dame de Paris’) tocca la vetta più alta del disco, con al suo interno anche un difficilissimo cambio di tonalità che ben si sposa con l’ambientazione tutta emozionalmente orchestrale del brano. Un disco maturo e consapevole, in cui Pasquali rivela un notevole eclettismo musicale nella scelta di un repertorio eterogeneo, nonché altrettanto complesso e virtuoso insieme.

“Scopo di questo album era fare della voce un filo conduttore fra generi diversi. Entrando in punta piedi nella magia delle emozioni di canzoni difficilissime anche solo da sfiorare con una nota, per farle mie, vestendole di sonorità senza tempo ed eterne, quali quelle legate al mondo dei crooners, di cui faccio parte, ma nel rispetto delle stesure originali. Fondendo strumenti ed elettronica, ritmiche di ieri e di oggi. Cercando, insomma, un filone espressivo nuovo in cui sentirmi totalmente a mio agio, in questo viaggio-omaggio a quei grandi maestri di oggi e di ieri cui sono grato per ispirare continuamente la mia musica”, dichiara soddisfatto Marcello Pasquali.

Mercoledì 18 luglio 2018 alle 17:00:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News