Notizie cronaca genova Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 13.00 del 26 Aprile 2018

Martedì al Cinema Sivori «Ottobre»

Martedì al Cinema Sivori «Ottobre»

Genova - In attesa della nona edizione de la Storia in Piazza che avrà luogo dal 12 al 15 aprile 2018 sarà in programma, presso il Cinema Sivori in Salita Santa Caterina 12, una rassegna a cura di Marco Salotti, Circuito Cinema Genova e Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura.
Il tema delle RIVOLUZIONI verrà indagato attraverso quattro capolavori cinematografici:

Si comincerà martedì 13 marzo alle ore 18.30 con Ottobre di Sergej Michajlovic Ejzenstejn.
Un film che oggi viene percepito, al di là della sua ambizione di saggio per immagini, come il più grande poema cinematografico sulla rivoluzione. Un’epopea delle masse, senza protagonisti, senza intreccio, senza dinamiche individuali e quindi borghesi.
La rassegna prosegue martedì 20 marzo, ore 18.30 con La battaglia di Algeri di Gillo Pontecorvo che descrive la nascita della nazione algerina attraverso una lotta durata per quasi un decennio. Non solo cronaca di eventi (1954-1960) e illustrazione della strategia rivoluzionaria e della sua repressione, ma film corale a cui partecipa tutta la città di Algeri.

L’ottimismo della volontà, anche nella sconfitta, viene esaltato dal capolavoro Allonsanfán in programma il 27 marzo alle ore 18.30 di Paolo e Vittorio Taviani. Riflessione politica, non tanto sul Risorgimento italiano, quanto sull’attualità politica degli anni Settanta. Con un grande cast di eccezione che vede Marcello Mastroianni, Lea Massari e Laura Betti.

La rassegna si concluderà con No - I giorni dell’arcobaleno (2012) di Pablo Larraìn che riflette in forma problematica il rapporto tra rivoluzione e media del nostro tempo.
Nel 1988 Augusto Pinochet, dopo quindici anni di dittatura, è costretto a indire un referendum sulla sua permanenza al potere. Il Cile si divide tra il Sì e il No. La coalizione dei partiti di opposizione uscirà vincente, per l’oppressività del regime e soprattutto per una campagna televisiva che usa nuove tecniche di persuasione.
Pinochet sarà sconfitto più che dall’ottimismo della volontà, dall’ottimismo della pubblicità: videoclip, spot, siparietti, coretti, magliette con l’arcobaleno.
Il mezzo è messaggio e le vie della rivoluzione sembrano essere infinite.

Giovedì 8 marzo 2018 alle 08:30:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova
































Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News