Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 13.00 del 15 Ottobre 2018

Mostre, eventi e grandi appuntamenti: il Ducale presenta il cartellone 2018-2019 | Video

Il presidente della Fondazione Luca Bizzarri: «Qui costruiamo ponti e buttiamo giù muri»

PROGRAMMAZIONE
Mostre, eventi e grandi appuntamenti: il Ducale presenta il cartellone 2018-2019<span class=´linkFotoA1Articolo´> | <a href=´/videogallery/palazzo-ducale-presentato-questa-mattina-il-nuovo-cartellone-2042.aspx´ class=´FotoVideoA1´>Video</a></span>

Genova - Si è tenuta questa mattina la presentazione del cartellone 2018-2019 di Palazzo Ducale. Tantissimi gli eventi in programma ma anche gli appuntamenti che in questi anni hanno attratto tantissime persone come la Storia in Piazza e Città di Mare e il Book Pride. Tra le mostre in programma quella di Paganini Rockstar che aprirà i battenti il 19 ottobre per chiudersi il 10 marzo 2019 ma anche 'Da Monet a Bacon, capolavori della Johannesburg art Gallery' e infine la rassegna dedicata allo showman e giornalista Enzo Tortora.

Manifestazione - A fare gli onori di casa Luca Bizzarri, presidente della Fondazione Palazzo Ducale che ha lanciato un messaggio: «Venite a vivere Palazzo Ducale perché questo è il posto dove ci si incontra e si costruiscono i ponti e si tirano giù i muri. Sarà una stagione molto particolare - ha detto Bizzarri - perché è la città intera a vivere un momento molto delicato. Ma forse è proprio in un momento come questo che la cultura può essere un motore fondamentale, una speranza, una spinta verso un futuro migliore e con più consapevolezza».

Eventi - «Palazzo Ducale crea ponti e abbatte muri, come ha detto il presidente Bizzarri, e tutta questa programmazione è la dimostrazione di come questo palazzo sia il centro della cultura e del confronto delle idee, un luogo che unisce e non divide in un momento in cui abbiamo tanto bisogno di unità e di ricostruzione - ha proseguito l’assessore regionale alla Cultura Ilaria Cavo a margine della presentazione del programma 2018-2019 di Palazzo Ducale - Il programma dimostra, ancora una volta, la capacità di andare avanti sul costruito, sapendo innovare – ha aggiunto Cavo – E visto che il riferimento alla costruzione e alla ricostruzione è fondamentale, questo programma dimostrerà questa capacità: sicuramente la novità più importante è la mostra di Paganini per l’idea in sé e per il fatto che si tratta di un’autoproduzione, come noi avevamo auspicato, che è stata messa in pratica in modo egregio. C’è molta Genova in questa programmazione – ha continuato l’assessore regionale alla Cultura - si parte da Paganini, abbinato in modo creativo con Jimmy Hendrix, per proseguire con un grande ricordo di De Andrè e con l’idea innovativa di Ivano Fossati che rappresenta qualcosa di molto bello e di molto coerente con quanto sta avvenendo in questa regione: pensiamo alla Casa dei Cantautori. E poi avremo un processo a Colombo, la sera dell’11 ottobre, un ciclo dedicato a Enzo Tortora, altro grande genovese, un importante spazio destinato alla comicità di Gilberto Govi e i “Racconti del ponte”, abbinati alle foto di quando il ponte era vivo». «E’ una programmazione molto significativa – ha concluso l’assessore Cavo – In un anno particolare per la nostra città si è puntato sull’eccellenza e sui personaggi storici di rilievo, in segno di grande consapevolezza, perché su quello che eravamo possiamo costruire il futuro. Genova se lo può permettere e ne ha bisogno».

Giovedì 27 settembre 2018 alle 13:45:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video

27/09/2018 - Palazzo Ducale, presentato questa mattina il nuovo cartellone



Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News