Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 21.25 del 18 Aprile 2019

Riparte il tour nazionale di "Futura": prima tappa Genova dal 4 al 6 aprile

Bussetti: «Il nostro sistema di istruzione è incubatore di progresso e sviluppo»

Riparte il tour nazionale di `Futura`: prima tappa Genova dal 4 al 6 aprile

Genova - Riparte da Genova il nuovo tour di “Futura”, l’evento itinerante organizzato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per raccontare sui territori la scuola digitale. Dal 4 al 6 aprile oltre 8.000 persone saranno coinvolte in incontri, dibattiti, gare di idee per contribuire al percorso di innovazione in atto negli istituti scolastici italiani.

I dettagli di questa prima tappa sono stati presentati questa mattina, nella Sala Trasparenza della Regione Liguria, dal Ministro Marco Bussetti, dal Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, dall’Assessore regionale all’Istruzione e alla Formazione Ilaria Cavo, dal Sindaco di Genova Marco Buccie dall’assessore comunale al marketing territoriale Barbara Grosso. Presente all’incontro anche il Presidente della Camera di Commercio Luigi Attanasio.

Saranno 6.400 i metri quadrati dedicati all’iniziativa. Circa 113 i workshop di formazione e aggiornamento con esperti italiani e internazionali destinati a 3.500 docenti, a dirigenti scolastici e al personale amministrativo. Oltre 110, invece, i laboratori per circa 4.000 studenti della Scuola dell’infanzia e del Primo ciclo. Mentre saranno 800 i ragazzi del Secondo ciclo coinvolti nelle gare e nelle competizioni dedicate all’innovazione. Un’edizione completamente rinnovata, quella di quest’anno. In occasione di “Futura”, verranno approfondite le connessioni tra il digitale e discipline e temi molto diversi tra loro, come sport, arte, musica, cibo.

Nell’area dello “Sport Arena”, per esempio, si disputerà la Soccer & Data Cup, la prima competizione calcistica e digitale della scuola italiana. I giovani partecipanti alla tre giorni avranno anche la possibilità di suonare attraverso tavoli interattivi, cimentarsi nella Street Art digitale, disegnando su un muro di sensori. O, ancora, potranno sfidarsi in cucina con cibi realizzati attraverso stampanti 3D.



“Futura – ha dichiarato il Ministro Bussetti – è una manifestazione che dimostra concretamente come il sistema di istruzione e formazione italiano possa essere e sia già incubatore di progresso e sviluppo. Ripartiamo da Genova per un motivo ben preciso: questa città si è distinta nei mesi scorsi per tenacia e determinazione. Dopo il tragico crollo del Ponte Morandi è andata avanti con grande coraggio, per ricominciare. Anche attraverso la scuola. Il viaggio della scuola digitale continuerà nei prossimi mesi in giro per l’Italia. È importante essere nei territori per entrare in contatto con le buone pratiche in atto, per stimolare e supportare il cambiamento. E soprattutto per lavorare in sinergia con le altre istituzioni, impegnandoci insieme per i ragazzi che sono il futuro del Paese”. Inoltre, a Genova verranno eletti i vincitori del Premio Scuola Digitale, che ha visto gli studenti italiani sfidarsi nei mesi scorsi a colpi di “prototipi”. Ma anche quelli della gara di idee sul tema della social innovation, e del Womest, la competizione per le studentesse sulle cosiddette discipline STEM.

Il viaggio di “Futura” proseguirà nei prossimi mesi. Dopo Genova sarà la volta di Trieste. Seguiranno Ravenna, Marsala, Brescia, Sulmona, Assisi, Latina, Lucca, Matera.

“Futura” è anche a Genova per premiare lo sforzo della città, ripartita con vigore dopo il crollo del Ponte Morandi, e per riconoscere il valore che Orientamenti ha dimostrato in questi anni di attività. Durante “Futura” saranno, infatti, molteplici le iniziative per approfondire l'innovazione digitale a scuola e non solo, promosse dal Salone genovese della scuola, della formazione, degli orientamenti e del lavoro, giunto quest’anno alla sua 24esima edizione. Il primo giorno (4 aprile) dopo la Worldskills Exhibition Cocktail Biodrink degli studenti delle scuole alberghiere, si partirà con l'evento 'Masterclass 4.0 - I digital si raccontano', nel quale tre grandi aziende genovesi del digitale (Sedapta, Ett e Softjam) porteranno un big del proprio organigramma, insieme ad un neoassunto, per raccontare la propria esperienza lavorativa da una differente angolazione.

Nel corso della tre giorni interverrà anche Manuel Pala, diciottenne genovese, che è il regista del film ‘Cuori in guerra’ e che recentemente è stato insignito dal presidente Mattarella dell’Attestato d’onore di ‘Alfiere della Repubblica’. L'intervento del giovane cineasta riguarderà la connessione tra digital innovation e mondo dell'arte.

Dentro la kermesse ci sarà spazio anche per le iniziative di Unicef, riguardanti l'Edutainment con droni e robot, e per la presentazione di un gruppo di giovani studenti genovesi, di età compresa tra i 9 e i 15 anni, che parteciperanno alla First Lego League di Montevideo, in Uruguay. Si tratta della prima disciplina di costruzione di robot e rappresenterà un ottimo esempio di cosa si possa ottenere grazie alla creatività e all'innovazione digitale.

Analogamente, nella giornata di venerdì 5 aprile, saranno presenti i tre vincitori delle Olimpiadi Nazionali della Robotica, che si svolgeranno a Nervi per la fine di marzo, per portare la loro testimonianza, assieme ai giovani che parteciperanno, sempre presso la bolla Orientamenti, alla giornata di formazione per competere durante l'Open Innovation City Hackathon promosso da Fiware Global Summit.

La Scuola della Robotica, inoltre, presenterà il progetto nazionale 'Guardiani della costa', iniziativa promossa dalla Fondazione Costa Crociere.

Infine nella giornata conclusiva di sabato ci sarà uno spazio interamente dedicato ai genitori e al mondo dell'orientamento per aiutare e coinvolgere le famiglie in una scelta consapevole per il futuro dei propri figli. Inoltre saranno coinvolte nei laboratori anche le scuole interessate dal crollo di ponte Morandi: IC Certosa, IIS Fermi, IIS Rosselli, IIS Bergese, IC Rivarolo.

«Una bella iniziativa con oltre mille studenti che arriveranno da tutta Italia e animeranno il centro cittadino per parlare di futuro e Scuola Digitale – ha affermato Giovanni Toti, Presidente di Regione Liguria -. La prima tappa di questo tour itinerante, voluto dal Ministero per l’Istruzione, arriva nel capoluogo per dare un segnale a tutti i ragazzi che hanno vissuto momenti difficili dopo il crollo del ponte Morandi. Un’opportunità per investire sulla formazione dei nostri ragazzi, per aiutarli a compiere le migliori scelte educative e professionali possibili anche grazie a Orientamenti, il Salone guida a livello nazionale organizzato da Regione Liguria, dedicato al mondo della scuola e al futuro lavorativo degli studenti».

«È fondamentale andare incontro a un futuro consapevole, sia dal punto di vista scolastico che da quello professionale – ha dichiarato Ilaria Cavo, Assessore all’Istruzione e alla Formazione di Regione Liguria -. ‘Futura’ incrocia il suo potenziale formativo con quello di Orientamenti e diventa un modo per dare un segnale forte ai nostri ragazzi su quanto siano importanti le competenze digitali in un momento in cui, anche nella nostra regione, registriamo un gap tra le esigenze delle aziende in campo tecnologico e i profili dei giovani che si affacciano al mondo del lavoro. Un ringraziamento va al Miur e al ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, che, dopo aver sostenuto il piano scuola per far fronte all'emergenza di ponte Morandi, ha deciso di invadere Genova di tanti giovani che guardano al futuro. Si tratta di un modo per premiare gli studenti di una città che non ha mai mollato e nel contempo per riconoscere i meriti di una manifestazione come Orientamenti che, anche nell'edizione 2019, si concentrerà sul settore digitale come in un simbolico passaggio di consegne con Futura».

«Siamo onorati che Genova sia la prima tappa nazionale della nuova edizione di Futura – ha sottolineato il sindaco di Genova, Marco Bucci -. Siamo di fronte alla quarta rivoluzione industriale e crediamo che Genova possa e debba svolgere il suo ruolo anche di fronte a queste nuove sfide globali. Per questo è indispensabile non solo investire in questa direzione ma soprattutto formare i giovani. Futura è un’ottima opportunità per i nostri ragazzi: per conoscere, imparare, condividere, sperimentare, approfondire e avvicinarsi a questi temi non solo dentro alle mura scolastiche, ma anche in altri luoghi della nostra meravigliosa città appositamente trasformati, per l’occasione, in ambienti e laboratori digitali».

«Con Futura, anche quest’anno si rinnova l’occasione per implementare, all’interno della scuola, un ragionamento attivo ed efficace sullo sviluppo dell’innovazione digitale – spiega l’assessore all’Istruzione e al marketing territoriale del Comune di Genova Barbara Grosso – In un mondo costantemente connesso, la scuola ha il compito di fornire ai ragazzi gli elementi per rispondere alle sfide di un mondo che cambia rapidamente e che, sempre più, richiede competenze precise e diversificate. Per questo motivo, la nostra scuola deve essere in grado di sostenete il cambiamento, declinando il digitale in una didattica quotidiana, per traguardare la formazione dell’uomo e del cittadino»

Martedì 19 marzo 2019 alle 14:00:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News