Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 19.30 del 14 Novembre 2018

Ultima settimana per la mostra "Confini Liquidi. Cecilia Ravera Oneto (1918-2002)"

Ultima settimana per la mostra `Confini Liquidi. Cecilia Ravera Oneto (1918-2002)`

Genova - Si compie un secolo dalla nascita della pittrice ligure Cecilia Ravera Oneto (Camogli 1918-Genova 2002): è l'occasione per una esposizione antologica che ripercorra i temi, gli sviluppi, le passioni di un lungo percorso creativo, sempre in dialogo con il paesaggio della Liguria, con i fatti della storia e le emozioni dei profondi cambiamenti del secondo Novecento.

Nella sede espositiva del Galata Museo del Mare fino al 2 settembre 2018 viene presentata in mostra una significativa selezione di circa 40 dipinti e di disegni, provenienti da musei, istituzione pubbliche e collezioni private. Attraverso una produzione pittorica e grafica che si distende su diversi decenni e affronta tecniche diverse, è stato individuato come filo conduttore - anche se certamente non esclusivo- il tema del mare, in rapporto anche con il Museo che ospita l'iniziativa.

Il disegno e il colore, sviluppati in modo autonomo e parallelo nei bozzetti grafici e nei dipinti su tela, sono per Cecilia Ravera Oneto due distinti mezzi espressivi. Il disegno, spesso realizzato en plein air, direttamente in contatto con l'ambiente, traduce in modo incalzante, rapido ed efficacissimo le sensazioni, le impressioni dell'artista.

La pittura, affrontata sempre con una inconfondibile carica drammatica, è una fase successiva di elaborazione e di emozione. Il rapporto con la realtà è sempre presente (e ben riconoscibile, ad esempio nei ritratti o anche negli autoritratti),ma filtrato, messo in discussione e ricomposto, fino a risultati che giungono alle soglie dell'astrattismo, della libertà espressiva del colore.

Partendo da una originale e personalissima elaborazione della tradizione paesaggistica del XX secolo, lungo l'intero arco della carriera, Cecilia Ravera Oneto ha espresso con grande energia e intensità il suo continuo dialogo con la realtà ligure.

Le vibrazioni di luce e colore delle coste alte del Levante, in particolare nella zona di Camogli, baricentro di una geografia dell'anima, si alternano con la documentazione sulla crescita tumultuosa delle installazioni portuali della Genova del boom economico.

Una fase di forte partecipazione è quella in cui compaiono edifici industriali inseriti nel contesto ambientale, fino a una sintesi sospesa, un punto di contatto poetico e insieme contraddittorio, la Luna sul porto: Ponte Libia, un piccolo dipinto notturno che è un momento d'amore e una sintesi di una originale ricerca espressiva.

Grazie anche alla possibilità di riconoscere direttamente alcuni dei luoghi raffigurati dall'artista, il pubblico verrà invitato a immedesimarsi nel percorso creativo della pittrice, condividendo la sua passione per la bellezza struggente e intensa dell'ambiente ligure e anche la precoce, quasi profetica denuncia di un suo "tradimento" attraverso presenze industriali sproporzionate.

Lunedì 27 agosto 2018 alle 13:00:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News