Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 11.40 del 18 Agosto 2018

A Tursi con il camice per dire no alla privatizzazione delle farmacie comunali

A Tursi con il camice per dire no alla privatizzazione delle farmacie comunali

Genova - L'avevano promesso e alla nuova seduta del consiglio comunale si sono ripresentati a Palazzo Tursi, questa volta senza alcuno striscione. Otto farmacisti (sei donne e due uomini) hanno presidiato la seduta della Sala Rossa con il camice addosso, in segno di protesta alla privatizzazione che dovrebbe riguardare le otto farmacie comunali rimaste sul territorio genovese.

Il condizionale è d'obbligo, perché una decisione pare non essere ancora stata presa. Il presagio, da parte degli addetti ai lavori, è che il Comune voglia "fare cassa" per evitare l'aumento di tasse che potrebbe creare malcontento alla cittadinanza.

«Nessuna novità rispetto all'ultima protesta. Se non ci ascoltano in questa protesta pacifica, cercheremo di fare una raccolta firme» fanno sapere. Le otto farmacie comunali sono la farmacia di via Isonzo, quella di Quinto, quella di via Burlando, quella di San Bartolomeo del Fossato, quella di via San Giovanni Battista a Sestri, quella di Molassana e quella del Cep. I dipendenti a rischio sono circa quaranta.

Martedì 27 febbraio 2018 alle 17:05:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova






VIDEOGALLERY



























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News