Notizie cronaca genova Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 10.55 del 25 Maggio 2018

Acquisto di auto, mobili ed elettronica: a Genova +1%

Acquisto di auto, mobili ed elettronica: a Genova +1%

Genova - «La spesa complessiva per i beni durevoli della Regione si attesta intorno ai 1.638 milioni di euro, con un incremento dell’1,3%; il dato più basso del Nord Ovest. Solo i comparti degli elettrodomestici e dei mobili (rispettivamente +2,9% e +2,5%) segnano performance migliori della media italiana (+0,7%; +1,8%). Buono anche l’andamento di auto usate e moto con una crescita del +2,3% e +7,9%. Le provincie che registrano un incremento negli acquisti dei beni durevoli sono Genova (+1%), Imperia (+2,6%) e Savona (+2,5%). La Spezia, al contrario, registra una contrazione dell'0,5%»: questi sono i principali risultati della ventiquattresima edizione dell’Osservatorio di Findomestic Banca sul consumo di beni durevoli in Liguria, presentato a Torino. La spesa complessiva per i beni durevoli riscontrata in Liguria è stata pari a 1,638 milioni di euro (+3,8% rispetto all’anno precedente), su un totale nazionale pari a 60,558 milioni di euro.

Auto e moto – «Il trend migliore viene segnato dal settore dei motoveicoli, che registra un incremento del +7,9% rispetto al 2016, con una spesa di 103 milioni di euro. Positivo anche l’aumento del +2,3% delle auto usate con una spesa di 470 milioni di euro. In leggero calo il settore delle auto nuove, con il -1% e 442 milioni di spesa».

Elettrodomestici – «In crescita il settore degli elettrodomestici grandi e piccoli, che fa segnare un +2,9%. Aumenta contestualmente anche la spesa delle famiglie liguri, che si attesta sui 143 milioni di euro (rispetto ai 139 milioni del 2016). In diminuzione invece l’elettronica di consumo, che registra un -5,4% con una spesa intorno ai 72 milioni di euro
Mobili – Migliora il settore dei mobili: nel 2017, con una spesa di 352 milioni di euro, il comparto registra un miglioramento del +2,5%».

Prodotti Informatici – «Ancora in negativo il settore dell’Information Technology, che registra un -3,3%, in miglioramento però rispetto al 2016 (-9%). Segue il trend anche la spesa finalizzata all’acquisto dei prodotti informatici, che scende dai 58 milioni del 2016 ai 56 milioni del 2017».

Le province - «Il capoluogo traina la crescita del reddito disponibile pro capite che varia da +1,3% a +2,6% del 2017, attestandosi a 23.454 euro (7a tra tutte le province italiane). Aumentano comunque i redditi di tutte le province, a partire da Savona +2,1% (21.768 euro); Imperia +2,1% (20.426 euro) e La Spezia +2,0% (19.191). Nel complesso il +2,4% della Liguria è il livello più alto di quello registrato in Italia. Il settore auto nuove mostra un generale rallentamento rispetto al 2016, con risultati positivi solamente in due delle provincie: in testa a pari merito Savona, con una crescita del +2,3% (e una spesa di 83 milioni di euro) e Imperia con +2,3% (54 milioni di euro), poi Genova con -2,1% (224 milioni di euro) e chiude La Spezia con -3,2% (81 milioni di euro). Andamenti diversi invece per il mercato dei motoveicoli, che registra un leggero rallentamento ma resta in positivo in tutte le provincie. Imperia registra un +5,1%, seguita da Savona con +4,1%, Genova con + 3,1% e La Spezia con +2,3%. Il mercato dell’usato migliora a Imperia (+3.5%), Savona (+3%) e Genova (+2,1%), ma resta in attivo anche a La Spezia (+0,7%). Positivo il comparto dei mobili, che mostra risultati positivi con una percentuale più alta della media italiana. La performance migliore è quella di Savona con +3,1% (rispetto all’2,6% del 2016), segue Genova con +2,6%, Imperia con +2,5% e La Spezia con +1,8%. La spesa per famiglia cresce parallelamente con i 475 euro a La Spezia, i 456 euro di Genova, i 449 euro di Imperia e i 440 euro di Savona. Quadro positivo in tutte le provincie per i beni del segmento degli elettrodomestici grandi e piccoli. Savona e Genova registrano i valori più alti (+3,5%; +2,6%), seguite a breve distanza da Imperia con +2,4%, ultima La Spezia con +1,1%. Nel capoluogo i consumi complessivi passano dai 78 milioni di euro del 2016 agli 81 milioni di quest’anno. Il settore dell’elettronica di consumo invece registra un andamento negativo, in peggioramento rispetto al 2016, ma leggermente al di sopra della media nazionale: Savona (-5%), Genova (-5,4%), Imperia (-5,5%) e infine La Spezia (-5,9%). Segno negativo per tutte le province nel settore dell’Information Technology, in miglioramento rispetto ai dati 2016: a si La Spezia registra il -4,7%, a Imperia il -3,7%, il -3,1% a Genova e a Savona il -2,7%».

Venerdì 19 gennaio 2018 alle 09:45:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova






VIDEOGALLERY



























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News