Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 09.15 del 20 Febbraio 2019

Bilucaglia: «Azzerando le bollette do' un futuro ai bambini colombiani»

Bilucaglia: «Azzerando le bollette do´ un futuro ai bambini colombiani»

Genova - Gennaio, tempo di bilanci e somme da tirare. In tutti i sensi. In un momento storico in cui aleggia nuovamente sull’Italia lo spettro recessione, per via del segno meno fatto registrare dal Pil per ben due trimestri consecutivi, cresce la consapevolezza dell’importanza del risparmio programmato tanto nelle famiglie che nelle PMI.

“Stante l’aggravarsi della crisi, per noi di ‘ZERO’ l’acquisizione dei clienti è raddoppiata proprio grazie alla crescente importanza strategica che va sempre più via via assumendo il primo social utility network che dal 2015 azzera le bollette di luce e gas”, spiega Cristiano Bilucaglia, ingegnere e imprenditore ideatore di ‘uBroker Srl’ - Il trend economico degli ultimi mesi fa sì che vi sia maggiore attenzione alla necessità di individuare una soluzione certa in grado di contenere le spese. Chi sceglie ‘ZERO’ rappresenta per il 70% un tipo di utenza residenziale primaria. Per il 30%, invece, forniamo luce e gas anche a chi possiede seconde case nonché ai titolari di microbusiness quali artigiani, laboratori, piccoli imprenditori, studi medici e professionali, liberi professionisti, azzerando anche accise e Canone Rai".

“Serviamo soprattutto il Triveneto, Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna e Liguria: queste le regioni in cui v’è, al momento, la maggior concentrazione di bollette azzerate, in costante aumento per via del fatto che gas ed energia costituiscono una voce di costo determinante nell’equilibrio di risparmio legati ai microbudget mensili della più parte degli italiani”.

“Dal 2015, anno della nascita di ‘ZERO’, abbiamo stretto una partnership efficace con ‘BeChildren’, efficace e seria organizzazione umanitaria operante in tutto il mondo. Proprio in questi giorni il suo Presidente Edi Righi è in Colombia per il completamento del progetto, da noi sostenuto, ‘Giochiamo, ma non alla guerra’: in un Paese così dilaniato da conflitti interni accesi e ricorrenti, l’iniziativa in oggetto si pone l’obiettivo di educare sin dalle scuole dell’infanzia i bambini all’affidarsi agli altri. A ritrovare una corretta e producente fiducia nel prossimo, requisito indispensabile per fare squadra e costruire in loco un futuro sereno, come testimonia il collegamento video diretto Italia-Colombia tenutosi fra il Sottoscritto ed Edi Righi giorni fa in occasione dell’ultima convention di uBroker Srl alla presenza di oltre 400 persone, foriero di un messaggio di speranza viva che fortifica e dà un senso quotidiano all’agire dei molti che popolano con successo il mondo di ‘ZERO’ ”.

Mercoledì 13 febbraio 2019 alle 10:00:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News