Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 12.00 del 17 Ottobre 2018

Decreto Genova, Cna: «Misure insufficienti»

Decreto Genova, Cna: «Misure insufficienti»

Genova - «Letto attentamente il Decreto Genova, esprimiamo forte preoccupazione ritenendo le misure inserite nello stesso assolutamente insufficienti ad affrontare l'emergenza nella quale si trovano ormai da un mese e mezzo i cittadini e le imprese, genovesi ma non solo. C'è preoccupazione per la scelta nei confronti di Autostrade, senza entrare nel merito della stessa, ma auspicando che tale decisione non allunghi i tempi della ricostruzione del ponte»: lo ha spiegato Cna Genova.

Emergenza - «Sono altri i contenuti che riteniamo totalmente inadeguati a fronteggiare l'emergenza – ha dichiarato la presidente di Cna Genova, Paola Noli - ed evidenziano come la voce di Genova e della Liguria, dalle istituzioni, alle associazioni, ai sindacati, sia stata inascoltata o non si sia compresa l'entità del danno che il crollo del ponte sta rappresentando per centinaia di imprese, per il tessuto economico della nostra città».

Imprese - «Appare sottovalutata l'importanza che il Porto di Genova ha, che non è certamente circoscritta al solo territorio genovese o ligure – ha precisato il presidente di Fita – Cna Genova, Stefano Filippini - Sono infatti insufficienti le risorse messe a disposizione per la portualità. Così come non sono adeguate le misure nei confronti di tutte quelle imprese la cui stessa sopravvivenza è messa in discussione. E' poi inspiegabile – ha aggiunto Filippini - come non si sia compresa l'entità del danno che le imprese di autotrasporto stanno quotidianamente subendo, individuando un importo molto distante dal danno reale. Sempre in tema di trasporti e di infrastrutture, per Cna Genova la preoccupazione è alta anche sul capitolo relativo al Terzo Valico: "C'è apprensione per le risorse destinate al sesto lotto dell'opera che sono state depennate dal decreto».

Fatturato - Altro tema cruciale relativo ai punti del Decreto Genova è quello degli ammortizzatori sociali: «Dobbiamo registrare la mancanza di un ammortizzatore sociale in grado di rispondere al pesante calo di fatturato e al conseguente esubero di personale di moltissime imprese artigianali e commerciali – ha concluso il segretario di Cna Genova, Barabra Banchero - Auspichiamo che in fase di conversione in legge si corregga il tiro al fine di modificare in modo sostanziale le misure per una città che sta facendo di tutto per ripartire».

Venerdì 28 settembre 2018 alle 09:30:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News