Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 14.20 del 22 Aprile 2019

Infortuni domestici, tutte le novità di Inail

Infortuni domestici, tutte le novità di Inail

Genova - Scade il 31 gennaio il termine per pagare il premio 2019 dell’assicurazione per le casalinghe/i, la polizza obbligatoria per legge (n. 493/1999), gestita dall’INAIL, che tutela contro gli infortuni domestici invalidanti e mortali chiunque - uomo o donna, pensionato o studente di età compresa tra i 18 e i 67 anni - eserciti, a titolo gratuito e senza subordinazione, l’attività di cura dell’ambiente domestico e di quanti vi dimorano.

Le novità 2019 Numerose le novità, introdotte dalla legge di bilancio 2019. Sale l’importo del premio, innanzitutto, che raggiunge quota 24 euro. Si abbassa, invece, di undici punti percentuali il grado minimo di invalidità per la costituzione della rendita attestandosi al 16% (prima fissata al 27%). Parimenti nuova è la previsione del rimborso una tantum pari a 300 euro, in caso di invalidità compresa tra il 6 e il 15%. Sale a 67 anni, inoltre, l’età massima entro la quale si è obbligati all’assicurazione (sino al 31 dicembre 2018 risultava pari a 65 anni).

Un’altra novità è il riconoscimento dell’assegno per assistenza personale continuativa ai titolari di rendita per infortunio domestico che versano in una o più delle gravi condizioni menomative e che hanno quotidiana necessità di assistenza. L’assegno costituisce un’integrazione della rendita e viene corrisposto mensilmente. Non è soggetto a tassazione Irpef e non è cumulabile con altri assegni di accompagnamento corrisposti dallo Stato o da altri enti pubblici. Il suo importo, pari a 539,09 euro nel 2018, è rivalutato ogni anno con apposito decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, sulla base della variazione effettiva dei prezzi al consumo.

Queste le modifiche più salienti di una norma che non ha eguali in Europa. Si confermano, invece, le soglie che esonerano dal pagamento chi ha un reddito basso previa autocertificazione da presentare all’INAIL: inferiore a € 4648,11 annui e appartiene a un nucleo familiare il cui reddito complessivo è inferiore a € 9296,22.

Giovedì 24 gennaio 2019 alle 12:00:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News