Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 21.30 del 12 Dicembre 2018

La linea Genova-La Spezia nella rete globale transeuropea di trasporto

La linea Genova-La Spezia nella rete globale transeuropea di trasporto

Genova - «Abbiamo vinto la battaglia al Parlamento europeo: la tratta ferroviaria Genova-La Spezia è stata inserita nella rete globale transeuropea di trasporto (Ten-t)»: lo ha dichiarato l’eurodeputato di Forza Italia Massimiliano Salini commentando l’approvazione, oggi nelle Commissioni Trasporti e Industria, dell’emendamento presentato dall’esponente azzurro al nuovo Regolamento Cef 2 (‘Connecting Europe Facility’ o ‘Meccanismo per collegare l’Europa’) che finanzia le reti infrastrutturali di interesse europeo nel periodo 2021-2027.

Infrastruttura - Grazie al via libera all’emendamento, il tratto ferroviario Genova-La Spezia è stato aggiunto alla rete Ten-t: «In questo modo - ha spiegato Salini - un’area importante come la Liguria tra Genova e La Spezia riceve il giusto riconoscimento, e viene collocata tra i territori che potranno ricevere i finanziamenti destinati alle infrastrutture strategiche d’Europa».

Priorità - «Questo via libera - ha aggiunto l’esponente Fi - è la conferma che agire in pressing a Bruxelles nelle sedi opportune, lavorando senza sosta presso le istituzioni Ue senza gridare vuoti slogan ma con la determinazione di chi esibisce argomenti solidi a sostegno delle proprie ragioni, evidenziando le priorità dell’Italia e dei territori in un confronto serrato ma costruttivo con i rappresentanti degli altri Stati membri, è l’atteggiamento giusto, che alla fine paga nel breve e nel lungo termine».

Manovra - «Non dobbiamo arrenderci nel rivendicare un ruolo di primo piano dell’Italia in Europa in quanto grande Paese fondatore, seconda potenza manifatturiera e motore economico del continente. Il metodo di lavoro è chiaro - ha concluso l’eurodeputato azzurro - basta con i finanziamenti a pioggia e gli interventi assistenzialisti sul modello del reddito di cittadinanza del governo gialloverde, che è destinato a vedersi chiudere le porte dell’Europa come accaduto con la bocciatura della manovra nelle ultime ore. La carta da giocare è quella di un’agenda politica convincente perché caratterizzata da investimenti reali nelle infrastrutture più importanti, per potenziare i collegamenti al servizio di famiglie e imprese, unica strada certa per quella crescita di cui il nostro Paese ha assoluto bisogno».

Venerdì 23 novembre 2018 alle 08:50:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News