Notizie cronaca genova Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 12.20 del 21 Maggio 2018

"Energia dei diritti", l'Ansaldo dedica la Liberazione all'art 3 della Costituzione

`Energia dei diritti`, l´Ansaldo dedica la Liberazione all´art 3 della Costituzione

Genova - Quest'anno il 25 Aprile ha avuto una risonanza particolare negli stabilimenti di Ansaldo Energia a Campi. Oltre alla ricorrenza del settantatreesimo anniversario della Liberazione, gli organizzatori hanno voluto ricordare i settant’anni della Costituzione, in particolare dell'Art 3, che garantisce a tutti i cittadini pari diritti e nessuna discriminazione di fronte alla legge. Per la cerimonia si sono ritrovati nella fabbrica più antica di Genova i rappresentanti delle istituzioni, partigiani, operai, tecnici e dirigenti di Ansaldo. Presenti, tra gli altri, l'Arcivescovo di Genova, cardinale Angelo Bagnasco, il prefetto di Genova Fiamma Spena, il sostituto procuratore antimafia Anna Canepa, il sindaco di Genova Marco Bucci, il presidente nazionale e provinciale dell'Anpi, Carla Nespolo e Massimo Bisca.

Le diversità che esistono all’interno della società, è stato detto da chi è intervenuto, non devono trasformarsi in motivi di disuguaglianza fra i cittadini, e tutti devono vedere rispettata la propria dignità e i propri diritti, anche se a volte è concretamente difficile esigerli.

Tecnologia - Tra gli oratori il sindaco Marco Bucci che ha ricordato la storia di Ansaldo che: «Rappresenta ancora oggi il fronte più avanzato della tecnologia. La sua importanza per la città non è legata solo alla produzione, ma alle sue donne e ai suoi uomini. Nel corso dei venti mesi della lotta di Liberazione, operai, tecnici e dirigenti, hanno lottato, si sono sacrificati e sono morti per la libertà. La loro forza era la fabbrica. In fabbrica si conoscono le persone, si allacciano rapporti, si vive gomito a gomito, ci si guarda in faccia per imparare, oltre alla professione, il mestiere della vita. Chi ci ha preceduto ha capito cosa significa libertà e noi dobbiamo ricordarci che la nostra libertà finisce dove comincia la libertà degli altri, questo è il messaggio che dobbiamo recuperare per noi e per i nostri figli. Oggi, per fortuna, viviamo sfide che non richiedono più sangue e vite umane, ma pretendono la stessa energia e la stessa voglia di fare risultato. Dobbiamo "lavorare per il lavoro", per fare di questa città la prima del Mediterraneo. Abbiamo bisogno di tante Ansaldo e dell'esempio dei suoi lavoratori di ieri e di oggi».

Martedì 24 aprile 2018 alle 15:50:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova






VIDEOGALLERY



























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News