Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 19.45 del 15 Ottobre 2018

Caso Iplom a Borzoli, il M5S alza la voce: «I cittadini devono comprendere i rischi»

Caso Iplom a Borzoli, il M5S alza la voce: «I cittadini devono comprendere i rischi»

Genova - Lo scorso 21 febbraio La Repubblica raccontava gli sviluppi del caso Iplom. Nello specifico, l'edizione genovese del quotidiano spiegava come siano cambiate le informazioni sul terreno e lo stato di salute degli alvei dei rivi Pianego e Fegino e del torrente Polcevera. I livelli di idrocarburi - stando a quanto emerso - sono nella norma e la bonifica, quindi, potrebbe non essere più necessaria.

Notizia che ha, per certi versi, sorpreso il Movimento 5 Stelle: «Rimango un po' basito, in aula veniamo a conoscenza delle notizie dai quotidiani» spiega Stefano Giordano. Il consigliere comunale grillino nella giornata di ieri avrebbe voluto presentare un 54, poi non concesso: «In aula doveva essere discussa la determinazione dirigenziale n.151 del 2017 in cui c'erano sette-otto prescrizioni che dovevano passare dall'aula».

«La bonifica - prosegue il pentastellato - sarebbe interessante indirizzarla sulle normative che non vengono applicate nelle aziende ad alto rischio. I cittadini convivono abitualmente con una qualità di vita scadente, come è successo per Borzoli durante lo sversamento del petrolio e riterrei opportuno invece partire proprio da loro. Come? Rendendoli partecipi con un piano di emergenza, facendo verifiche e simulazioni per far sì che i cittadini apprendano che vivere vicino a un impianto ad alto rischio comporta pericoli di vita e di sopravvivenza. È impensabile che un giorno sì e un giorno no, i vigili del fuoco vengano allertati per miasmi dei cittadini di Borzoli» conclude Giordano.

Venerdì 9 marzo 2018 alle 18:10:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News