Notizie cronaca genova Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 14.30 del 18 Giugno 2018

Crisi di governo, rabbia giallo-verde

Rabbia Salvini, Di Maio e Di Battista durissimi, Berlusconi e Martina difendono il Capo dello Stato

Crisi di governo, rabbia giallo-verde

Genova - È durata meno di 100 ore la parentesi dell'incarico che il capo dello Stato ha affidato a Giuseppe Conte per la formazione di un governo M5s-Lega. Il no, clamoroso, di ieri sera da parte di Mattarella a Savona come Ministro dell'Economia è stato lo scoglio sul quale è inciampato l'ex premier incaricato. Polemiche senza fine, animate da Matteo Salvini e Luigi Di Maio, e lievitate poi sui social network. Mattarella ha parlato di una "decisione che non ho preso a cuor leggero", ma certamente inedita nella storia della Repubblica, soprattutto per le cause che hanno portato al no: ora è inevitabilmente scontro istituzionale, con M5s e Lega che tuonano contro il Colle.

Democrazia - Parole al veleno quelle di Di Maio: «La verità è che non vogliono il M5s al governo, sono molto arrabbiato ma non finisce qui», ancor più duro Alessandro Di Battista: «La democrazia è stata abolita, Savona punito per un reato d'opinione». Salvini è già in campagna elettorale: «Il governo del cambiamento non poteva nascere, i Signori dello Spread e delle banche, i ministri di Berlino, di Parigi e di Bruxelles non erano d'accordo. Cambieremo questo Paese, insieme. Io non mollo amici, conto su di voi. Prima gli italiani».

E mentre Berlusconi e Martina, chi di fatto al governo non c'è, difende a spada tratta Mattarella, il presidente ha convocato al Quirinale Carlo Cottarelli, l'ex commissario alla spesa pubblica durante il governo Letta. Poi verrà il momento di ascoltare le Camere, chiedendo attraverso Cottarelli a deputati e senatori se vogliono portare il Paese al voto senza aver fatto partire un governo, con i mercati in fibrillazione e il rischio di aumento dell'Iva. La campagna elettorale di fatto è già ampiamente partita mentre in Italia lo strappo sembra senza precedenti

Lunedì 28 maggio 2018 alle 11:10:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News