Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 14.40 del 11 Dicembre 2018

Decreto Genova, approvati dal consiglio gli emendamenti del Pd

Decreto Genova, approvati dal consiglio gli emendamenti del Pd

Genova - «Dieci ordini del giorno. Dieci impegni precisi a beneficio di cittadini, imprese, porto, lavoratori, ambiente e scuole. Uno dopo l'altro i consiglieri del Gruppo del Partito democratico in Comune hanno chiesto alla giunta e al sindaco-commissario di attivarsi nei confronti del governo per colmare le lacune del Decreto Genova, insufficiente nelle misure e nelle risorse a disposizione per la ripresa della nostra città dopo la tragedia del 14 agosto scorso. Adesso la partita si giocherà con la discussione della legge di bilancio. E la nostra città ha il diritto di ottenere, almeno questa volta, le risposte dovute».

«I consiglieri del Pd hanno affrontato questioni prioritarie per la vivibilità e l'economia dell'area vicina al Morandi e non solo: realizzazione della Casa della salute in Valpolcevera; sblocco delle risorse per il V lotto del Terzo Valico; proroga oltre i dodici mesi della cassa in deroga per i lavoratori delle aziende danneggiate e coinvolte dal crollo del Morandi; erogazione di un contributo economico sufficiente per gli abitanti della zona arancione, quella maggiormente vicina alla zona rossa; collocazione nelle aree ex siderurgiche di Cornigliano delle aziende a rischio dopo il 14 agosto, nel rispetto dell'Accordo di programma e dei progetti di riqualificazione della delegazione; costruzione di una galleria fonoassorbente in Lungomare Canepa per contrastare il crescente inquinamento; investimenti per le strutture e il personale scolastico volti al miglioramento organizzativo; conferma del progetto e del crono programma per la gronda; incentivi alla mobilità elettrica».

Tutti questi ordini del giorno sono stati approvati dal Consiglio comunale con il parere favorevole della giunta che ha accolto come raccomandazione l'impegno su una riduzione dei canoni concessori per i terminalisti portuali genovesi, a condizione di una riduzione di almeno il 10% dei traffici rispetto all'anno precedente.

«Siamo soddisfatti dell'esito di questa seduta - commentano i consiglieri del Gruppo Pd - . La città non può e non merita di accontentarsi di quanto disposto nel Decreto, ci auguriamo che con la legge di bilancio si trovino nuove risorse per il futuro di Genova».


Giovedì 22 novembre 2018 alle 21:05:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News