Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 21.25 del 10 Dicembre 2019

Demolizione, scatta il meno due. Bucci: «I lavori sono iniziati il 14 agosto, Genova non è mai stata in ginocchio»

inizia il countdown
Demolizione, scatta il meno due. Bucci: «I lavori sono iniziati il 14 agosto, Genova non è mai stata in ginocchio»

Genova - «I lavori sono iniziati il 14 agosto del 2018, non iniziano oggi. Quel giorno, due ore dopo la tragedia, abbiamo iniziato a lavorare con la città e - durante la prima conferenza stampa - lo abbiamo detto: "Genova non è in ginocchio", e non lo è mai stata». Queste le parole decise del Sindaco-Commissario Marco Bucci a margine della conferenza svoltasi oggi per presentare il piano della Protezione Civile: «Questa non è una ripartenza per la città, è un'accelerata sul percorso di crescita che già da tempo si è avviato».

Le dichiarazioni - «Io tutte le volte che passo da quel ponte non vedo l'ora di buttarlo giù, capisco benissimo i cittadini. Ieri abbiamo "posato la prima pietra" della nuova pila 9: questo è un segno che lavoriamo in parallelo, avendo da una parte la demolizione e dall'altra la ricostruzione» continua Bucci, sottolineando come sia «questo il segreto del successo: quando si può, riuscire a mitigare i problemi che sorgono, perché ne sorgono sempre». Venerdì secondo il Sindaco-Commissario sarà «un giorno come tutti gli altri», e lui afferma che potrà dirsi soddisfatto solo quando tutti coloro che verranno evacuati potranno tornare in casa.
«Io come Sindaco devo pensare al bene della città, e lo stiamo facendo. Come Commissario devo pensare a ricostruire il Ponte anche in base a quello che è il meglio per la città e per i cittadini: in questo contesto, è chiaro che la salute viene sopra ogni cosa, anche se fa lievitare tempi e costi, perché con la salute non si scherza. E poi chiaramente la mia priorità è ricostruire il ponte, un'infrastruttura fondamentale per Genova, per la Liguria e per l'Italia». Nel tardo pomeriggio di ieri è arrivato a Genova anche il primo impalcato del nuovo ponte: «Io sono andato a vederlo con la motovedetta» afferma Bucci «e vi assicuro che è un bello spettacolo».

Le stime per venerdì - «Prevediamo di dire ai cittadini che potranno rientrare in casa entro le 22» conclude: «Le valutazioni arriveranno intorno alle 21.30, noi ci prenderemo circa mezz'ora di tempo per decidere. Ovviamente è stato previsto anche un piano B: nel caso in cui, infatti, le cose non andassero come abbiamo stimato, sono già state preparate circa 1400 brandine per far passare la notte in sicurezza a chi potrebbe eventualmente non rientrare in casa. Sono 1400 e non 3500 perché - stando ai questionari - molti hanno affermato che, nel caso in cui si verificasse l'imprevedibile, preferirebbero trovarsi per conto proprio una sistemazione provvisoria per passare la notte».

Mercoledì 26 giugno 2019 alle 15:00:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News