Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 21.00 del 17 Ottobre 2018

Farmacie Comunali, presidio a Tursi. Il Comune: «Ancora nessuna decisione» | Video

Dipendenti e sindacati hanno indetto una raccolta firme contro la privatizzazione

Farmacie Comunali, presidio a Tursi. Il Comune: «Ancora nessuna decisione»<span class=´linkFotoA1Articolo´> | <a href=´/videogallery/farmacie-comunali-raccolta-firme-a-tursi-no-a-privatizzazioni-e-spacchettamenti-2036.aspx´ class=´FotoVideoA1´>Video</a></span>

Genova - Si sono ritrovate sotto Palazzo Tursi per dire “no alla privatizzazione” delle farmacie comunali. Dipendenti e sigle sindacali (Filcams Cgil, Uiltucs, Fisascat Cisl) hanno indetto una raccolta firme per raccogliere il consenso cittadino attorno a un servizio sociale, che rischia di essere abbandonato. «Ribadiamo la nostra contrarietà alla vendita, perché riteniamo che sia un servizio utile alla comunità, coprendo, oltretutto, presidi che altrimenti un privato non coprirebbe» afferma Silvia Avanzino, Segretaria Generale Fisascat Cisl Genova e Liguria.



«Chiediamo che, qualora dovessero essere vendute, vengano vendute tutte assieme. Così come chiediamo assolutamente la clausola occupazionale per i dipendenti delle farmacie». Sono otto le farmacie comunali ancora esistenti, per un totale di 43 dipendenti. «Per di più – aggiunge la Avanzino -, c’è da dire che sono collocate in zone a rischio desertificazione. Un privato non riterrebbe queste farmacie interessanti né profittevoli. Ad oggi siamo rimasti con l’ultimo incontro a marzo. Il Comune non ha ancora fatto la delibera. Sta ancora pensando se e come deve vendere le farmacie, che hanno questa spada di Damocle sulla testa da almeno 24 mesi. Una condizione sinceramente pesante con la quale ritrovarsi a lavorare quotidianamente».

Il Comune, per voce dell’assessore Matteo Campora, conferma di non aver ancora preso una decisione: «In questo momento non è ancora stata presa alcuna decisione. In caso di alienazione, l’intenzione dell’amministrazione è di un’alienazione in blocco delle farmacie, senza spacchettamenti. I tempi? L’amministrazione si sta prendendo i tempi necessari per una decisione delicata. I contatti sono continui con le rappresentanze sindacali».

Non è da escludere un possibile mantenimento pubblico. «Stiamo facendo – conclude Campora - degli approfondimenti tecnici e giuridici. Nel momento in cui prenderemo la decisione, prima di renderla pubblica faremo un passaggio informativo con i sindacati per comunicargliela».

Martedì 25 settembre 2018 alle 17:25:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video

25/09/2018 - Farmacie Comunali, raccolta firme a Tursi: «No a privatizzazioni e spacchettamenti»



Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News