Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 00.15 del 23 Settembre 2018

Funicolare Aeroporto-Erzelli: «Si può fare! C'è un progetto da 40 milioni»

La Ceb può contribuire al 50% del costo dell'opera

NOVITA' IN VISTA
Funicolare Aeroporto-Erzelli: «Si può fare! C´è un progetto da 40 milioni»

Genova - Il 2018 si presenta come l'anno della svolta per il Cristoforo Colombo, che passerà dalle 25 destinazioni dirette del 2017 alle 40 del 2018. L'obiettivo è infatti quello di diventare l'Hub del Mediterraneo.

Nel 2018 saranno quasi raddoppiate le destinazioni, mentre i passeggeri aumenteranno del 23%. «Tanti voli in più, ora i liguri tornino a volare dal Cristoforo Colombo. Al lavoro con Comune e AMT per migliorare i collegamenti col territorio» ha affermato Paolo Odone, presidente della Camera di Commercio di Genova.

Tra i collegamenti possibili c'è al vaglio dell'amministrazione un collegamento tra l'Aeroporto di Genova e il quartiere tecnologico degli Erzelli, che potrebbe essere in parte (si dice il 50%) finanziato con capitali europei. Ad annunciarlo l'assessore comunale allo Sviluppo Economico Giancarlo Vinacci. «Non esiste ancora un piano economico dell'opera, ma c'è un progetto di base del valore di circa 40 milioni e la compartecipazione della Ceb (Banca del Consiglio d'Europa) sarebbe fondamentale».

La banca andrà in delibera a settembre e dovrà decidere se dare l'ok o meno «ma forse - ha aggiunto Vinacci - avremo un verdetto già entro l'estate». L'assessore ha parlato di un interesse a intervenire anche da parte di Cassa depositi e prestiti e di altri investitori ancora sconosciuti focalizzati sulla realizzazione di un campus per studenti, sempre a Erzelli. La prima parte dell'impianto di collegamento tra aeroporto ed Erzelli, il tratto tra il Colombo e la stazione ferroviaria - cabinovia - ha un già un progetto in fase esecutiva, finanziato per metà con fondi europei. Su quel tratto, a meno che non arrivino fondi ulteriori, la società che gestisce lo scalo agirebbe con finanze proprie. Sul secondo tratto, e al momento si pensa a una funicolare, sarà invece il Comune a ideare un progetto e è su questo che interverrebbe la Banca parigina. Un accordo tra Università e Regione siglato nell'ottobre 2017 prevede da parte di Regione Liguria uno stanziamento di 400 mila per la progettazione.

Giovedì 22 marzo 2018 alle 17:02:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News