Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 00.15 del 23 Settembre 2018

Mense scolastiche, nessuna sospensione del bando. Bucci promette: «Lo modificheremo»

Mense scolastiche, nessuna sospensione del bando. Bucci promette: «Lo modificheremo»

Genova - Rappresentanti della Rete Commissioni Mense Scolastiche e del Coordinamento Genitori Scuole Genovesi si sono presentati quest'oggi a Palazzo Tursi durante la seduta del Consiglio Comunale. «Ci hanno chiesto di formalizzare una serie di richieste, dei punti del nuovo bando che non ci sono piaciuti e che, a nostro avviso, sono peggiorativi rispetto al bando precedente» ha affermato Marina Mazzotti.

«Una delle nostre richieste principali - prosegue la rappresentante del Coordinamento Genitori Scuole di Genova - è stata la formazione di una consulta permanente scuola. Su questo aspetto c'è stata piena disponibilità».

In ballo ci sono 6 lotti sui 10 totali in cui è suddiviso il servizio a Genova: si parla di oltre 10 milioni di pasti dal 2018 al 2021. Questo perché il bando, come da richiesta anche dei sindacati, sarà relativo a tre anni, più due da valutare.

«A questo tavolo è stato risposto no a una possibile sospensione in autotutela del capitolato in corso» conferma Sabina Calogero. La delegata di Rete Commissioni Mensa Genova poi motiva: «È stata fatta una proposta piuttosto sbalorditiva, ossia prolungare la gara e modificarne i contenuti in corso d'opera. Ci stiamo consultando anche con i legali per capire se questo sia effettivamente possibile. Perché non abbiamo mai sentito di un precedente del genere».

Sull'effettiva variazione garantisce il sindaco Marco Bucci. «Si può fare tutto. Ci sono i termini per prolungare, però dobbiamo andare avanti adesso perché sennò poi è troppo tardi. A settembre vogliamo che le mense siano in ordine e che applichino il nuovo regolamento».

«Aspettiamo i suggerimenti delle Commissioni Mensa per integrare il bando. È stata l'occasione anche per spiegare alcune cose che forse nel bando non erano chiare, o erano scritte in termini troppo burocratici. Mi aspetto integrazioni e suggerimenti da parte dei genitori, in cui integreremo il bando e faremo le variazioni che sono richieste» conclude il il primo cittadino genovese.


«Prepareremo sicuramente delle proposte, - ribadisce la Calogero - ma non vogliamo lavorare a vuoto. Lo facciamo in un'impalcatura amministrativa che può reggere».

Martedì 20 marzo 2018 alle 17:05:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News