Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 14.00 del 22 Luglio 2018

Migranti, vittoria dell’Italia: centri di identificazione in tutta Europa

La firma nella notte ma i CIE europei saranno su base volontaria, chi passerà dalle parole ai fatti?

MIGRANTI
Migranti, vittoria dell’Italia: centri di identificazione in tutta Europa

Genova - «E' l'Europa che non può permettersi di perdere l'Italia»: lo aveva detto ieri a Telenord il sottosegretario ai Trasporti Edoardo Rixi, tornato a Genova per tagliare il nastro a una coppia di treni pendolari. Il riferimento era ai negoziati che si sarebbero aperti in serata tra i primi ministri europei in materia, anche, di immigrazione. Il tema forte di questo inizio di legislatura italiana.

Migranti - E alla luce dell'accordo firmato questa mattina poco prima dell'alba, dopo 13 ore di trattative ininterrotte e a tratti, dicono, molto dure, sembra chiaro che Germania e Francia sono consapevoli che molte delle richieste italiane sulla questione migranti sono legittime e che l'Europa non può continuare a voltare lo sguardo dall'altra parte.

Ue - «Il protocollo firmato dai 28 Paesi dell'Unione accoglie il 70% delle richieste italiane», dice Matteo Salvini stamattina, una soddisfazione condivisa anche dal premier Giuseppe Conte che ha commentato punto per punto l'accordo sottoscritto. «Non siamo più soli - ha detto il presidente del consiglio - adesso chi entra in Italia entra nell'Unione Europea».

Territori - L'affermazione è forte e non del tutto vera: nella notte i capi del Governo dell'Unione hanno accettato l'idea di poter istituire sui loro territori dei centri di identificazione dei migranti ma, e questo è il nodo, su base volontaria. Non è quindi scontato che Germania, Francia e tutti gli altri Paesi firmatari vogliano davvero passare dalle parole ai fatti. E' comunque un passo avanti, così come importante è l'avere certificato che il trattato di Dublino (quello che costringe lo Stato in cui il migrante arriva a farsene carico) deve essere superato e rielaborato. Una vittoria del Governo italiano, quindi, ma i cui effetti pratici sono tutti da verificare.

ph Facebook

Venerdì 29 giugno 2018 alle 11:15:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova
































Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News