Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 09.30 del 18 Ottobre 2018

Ponte Morandi, da Roma buoni risultati. E di fronte al "vi siete fatti ascoltare?" Bucci smorza i toni: «Veda un po' lei» | Video

Ieri a margine dell'inaugurazione della Strada della Superba il sindaco Bucci e il presidente Toti hanno commentato l'incontro di martedì a Palazzo Chigi sul Decreto Genova

DECRETO GENOVA
Ponte Morandi, da Roma buoni risultati. E di fronte al `vi siete fatti ascoltare?` Bucci smorza i toni: «Veda un po´ lei»<span class=´linkFotoA1Articolo´> | <a href=´/videogallery/e-di-fronte-al-a-roma-vi-siete-fatti-ascoltare-spunta-un-bucci-irriverente-veda-un-po-lei-2019.aspx´ class=´FotoVideoA1´>Video</a></span>

Genova - «Lo abbiamo ribadito ieri al premier Conte e ai due vicepremier: noi siamo pronti a collaborare con tutti, buoni e cattivi, diavoli e santi, ma il ponte deve essere fatto senza perdere un'ora di tempo». Questo il commento del governatore Giovanni Toti sul vertice svoltosi martedì a Roma in merito al Decreto Genova.

Durante il meeting - in cui il presidente di Regione Liguria e il sindaco di Genova hanno incontrato a Palazzo Chigi il premier Conte, Salvini e Di Maio - pare siano state tante le soddisfazioni ottenute dalle istituzioni locali, tanto che lo stesso sindaco Marco Bucci ha ricordato come «le modifiche al decreto sono state importanti, soprattutto in virtù del fatto che molte cose da fare sono di competenza dell'amministrazione locale, e ieri siamo riusciti a ottenere più libertà in questo senso». Dalla deroga della Legge Madia - grazie a cui si riuscirà ad assumere più persone (compatibilmente con il budget a disposizione) tra autisti di autobus, agenti di polizia locale e quant'altro - alla possibilità di lavorare in deroga su molte cose - come nel caso di Lungomare Canepa e Lotto 10, che dovranno essere aperti nel minor tempo possibile.
E a chi gli chiede se per ottenere tutto questo abbiano dovuto "battere i pugni sul tavolo" o siano stati effettivamente capiti dal governo centrale il sindaco risponde smorzando un po' i toni: «Solo due settimane dopo il mio ingresso in Comune - se non prima - mi avevano già ribattezzato "il sindaco che cria (grida)", quindi un po' di cria lo faccio sempre, quanto basta. Volevo dire "veda un po' lei", ma sa...».

Giovedì 20 settembre 2018 alle 08:20:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video

19/09/2018 - E di fronte al "A Roma vi siete fatti ascoltare?" spunta un Bucci irriverente: «Veda un po' lei»



Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News