Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 20.20 del 22 Agosto 2019

Roma, il sottosegretario genovese Siri è indagato per corruzione

Indagini in corso

Genova - Il sottosegretario del Carroccio alle Infrastrutture e Trasporti Armando Siri è indagato per corruzione.

Pare che il viceministro genovese - consigliere economico del vicepremier Matteo Salvini e "padre" della Flat Tax - fosse in affari con Vito Nicastro - condannato per concorso esterno in associazione mafiosa e vicino a Matteo Messina Denaro - arrestato oggi per violazione dei domiciliari. In questo frangente - pur non potendo incontrare nessuno - pare che l'uomo abbia continuato a curare i propri affari ugualmente, frequentando tra gli altri anche il viceministro Siri. A seguito di alcuni accertamenti svolti dalla Direzione investigativa antimafia di Trapani, viene dunque ipotizzato uno scambio di favori e denaro per agevolare aziende considerate vicine a Nicastri. E se da un lato il vicepremier Luigi Di Maio intima le dimissioni di Siri e dall'altro lo stesso Salvini ribadisce la fiducia e la stima nei suoi confronti, Siri afferma di non sapere nulla della questione: "Non so se ridere o piangere, io non mi dimetto".

Non le manda certo a dire, invece, il Governatore della Liguria Giovanni Toti, secondo cui Di Mai avrebbe una concezione del diritto penale alquanto particolare: "Ler la Costituzione della Repubblica sarà un procuratore e un tribunale a dover eventualmente dimostrare con tre gradi di giudizio la sua colpevolezza, non Siri a dover dimostrare la propria innocenza". Dubbia, a suo dire, anche la visione morale di Di Maio, che "a quanto pare ragiona ad personam, soprattutto se pensiamo che alla Raggi non è stato chiesto di dimettersi, nonostante sul Comune di Roma si sia abbattuta ogni accusa e ogni sospetto".

Giovedì 18 aprile 2019 alle 21:20:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News