Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 10.30 del 21 Settembre 2018

«Gli arbitri vanno sostenuti, no alle minacce»

Il presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero esprime la sua solidarietà ai fischietti italiani

«Gli arbitri vanno sostenuti, no alle minacce»

Genova - «L’arbitro può sbagliare è umano, ma non deve essere minacciato. Ho appreso quello con sgomento e incredulità quello che è successo ai vertici degli arbitri Nicchi e Rizzoli. Loro e tutti i direttori di gara, dagli internazionali a quelli che tengono in vita il calcio nei campi di provincia, hanno la mia più sincera solidarietà»: lo ha affermato il presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, che si schiera con i fischietti italiani spesso finiti nel vortice delle critiche ma da qualche giorno pare siano oggetto di minacce.

Bravura - «Non c'è calcio senza arbitri; come siamo arrivati a questa situazione? Siamo l'Italia degli anni '70 quando avevi paura di aprire anche la posta? Ha fatto bene Nicchi a denunciare, a guardarli negli occhi quelli che minacciano il sistema – ha proseguito il numero uno della Sampdoria - Il calcio italiano ai Mondiali sarà rappresentato solo dai nostri arbitri: sono il nostro fiore all'occhiello, uno di loro merita a prescindere di dirigere un'altra finale, dobbiamo sostenerli, non intimorirli».

Venerdì 6 aprile 2018 alle 13:15:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News