Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 12.00 del 24 Settembre 2018

Ballardini si emoziona su De André: «Allo stadio è da pelle d'oca»

Ballardini si emoziona su De André: «Allo stadio è da pelle d´oca»

Genova - Davide Ballardini e Genova, un legame che si consolida giorno dopo giorno. E che, il tecnico ravennate, conferma a più riprese nelle diverse interviste concesse alla stampa locale.

È il caso odierno, quando viene chiesto in conferenza stampa un pensiero su un "gigante" genovese, Fabrizio De André. «È un mostro» esclama esterrefatto. «Solo a sentire il nome mi emoziona, mi fa venire la pelle d'oca. Così come mi fa venire la pelle d'oca la gente che canta le sue canzoni allo stadio con le lacrime agli occhi. È una passione che mi commuove e mi emoziona sempre» ha affermato il tecnico rossoblù nella consueta conferenza stampa pre-partita.

Domani sera allo stadio Luigi Ferraris, prima del fischio iniziale di Genoa-Inter, verrà reso omaggio al cantautore genovese.

Ecco i passaggi della conferenza del tecnico:

La sfida con l'Inter - «Siamo tutti molto concentrati sulla partita. Crediamo di esserci preparati bene, l'attenzione e tutto il resto va a quello che si deve fare. Loro stanno bene fisicamente. Bisognerà essere davvero molto bravi in ogni momento della partita come squadra, dovremo essere generosi, attenti e dovremo avere tanta personalità»

L'infermeria - «Biraschi ieri ha sentito fastidio alla gamba destra, lo valuteremo. Taarabt? Non ci sarà nemmeno lui, ha ancora fastidio alla schiena e probabilmente dovrebbe rientrare lunedì. Rosi? Lui dovrebbe rientrare così come Galabinov».

Difesa - «Pereira centrale? Lui è un terzino, un giocatore di fascia può fare eventualmente il difensore centrale di destra però abbiamo Rossettini, El Yamiq che ha fatto la settimana intera con i compagni. Arrivava da un periodo in cui ha giocato tante partite ravvicinate. È un ragazzo molto disponibile e vuole imparare molto in fretta, oltre alla lingua ci sono altre difficoltà nel nostro calcio e lui le vuole superare».

Esterni - «Lazovic è un giocatore più bravo dalla metà campo in avanti, anche se la sua umiltà lo fa essere spesso e volentieri presente in fase difensiva. Poi abbiamo Pereira e Rosi. Queste sono le opzioni».

Attacco - «Abbiamo oggi e domani per valutare le condizioni di Galabinov. Arriva da un leggero fastidio e vedremo se è in condizioni di fare un'intera partita. Abbiamo anche Lapadula, due centravanti con caratteristiche diverse. Sorpreso dal rendimento di Pandev? Per me lui deve allenarsi di più, perchè quando hai qualche anno in più hai l'obbligo di allenarti di più, lui ha la testa giusta e sa che facendo fatica arrivano le prestazioni giuste»

Mercato - «Ci ha rinforzati? Credo che abbiamo preso i giocatori giusti. I ragazzi che sono arrivati sono seri e sono contenti di essere qui. Hanno entusiasmo e lo trasmettono».

Poche vittorie in casa - «Per me è una combinazione. Anche nella partita con l'Udinese noi abbiamo fatto tanto e i nostri avversari poco. Dispiace per il risultato, non per la prestazione. Dispiace perchè davanti al nostro pubblico bisogna farli emozionare e coinvolgere. La prestazione nostra deve essere un dono continuo a tutte le persone che ci incitano dal primo all'ultimo minuto».

Centrocampo - «Bertolacci e Veloso possono coesistere. Non avendo Miguel, Andrea sta prendendo confidenza col ruolo. È un giocatore forte, con personalità. Il compito del regista è coinvolgere tutti i suoi compagni. A lui il fatto di essere al centro del gioco lo stimola di più. Bessa? È un giocatore che con la palla mi piace. È un giocatore generoso, ha qualità, è intelligenza ed è un bene avere un ragazzo con queste qualità. Può ricoprire più ruoli ma con efficacia».

Venerdì 16 febbraio 2018 alle 14:55:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News