Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 21.15 del 16 Ottobre 2018

Genoa e Samp pagheranno i debiti al Comune, altrimenti niente Ferraris

L'assessore Piciocchi: «60 mila euro al mese per riallinearsi»

CESSIONE IN VISTA?
Genoa e Samp pagheranno i debiti al Comune, altrimenti niente Ferraris

Genova - Lo Stadio Luigi Ferraris torna a far parlare di sé. Il Comune, come è noto, ha messo in vendita l'immobile, ma la situazione sembra tutt'altro che vicina a una conclusione. A chiederne notizia è il capogruppo di Chiamami Genova, Paolo Putti che sottolinea lo stato di morosità di Genoa e Sampdoria nei confronti dell'amministrazione comunale. «Terrei separati i due argomenti» introduce Pietro Piciocchi.

L'assessore al Bilancio del Comune di Genova fa un distinguo netto. «Un conto è la vendita dello stadio, un conto è la situazione di morosità delle due società nei confronti del Comune di Genova. Che poi questi due argomenti possano incocciarsi è fuor di dubbio, per il semplice motivo che se le due squadre fossero interessate a partecipare alla procedura di gara devono necessariamente saldare i loro debiti».

Ecco allora la novità, più recente. «Giovedì abbiamo finalmente raggiunto un accordo definitivo sulla morosità delle due squadre di calcio. Un accordo che sarà contrattualizzato, non sarà un accordo sui generis del 2016. Si farà un contratto, decideremo termini del piano che abbiamo già impostato. L'accordo è raggiunto, dopodiché dal momento che l'accordo non fosse rispettato ci saranno delle sanzioni, oltre la decadenza immediata del piano. Le squadre verseranno complessivamente, all'incirca, 60 mila euro al mese fino a riallinearsi».

Sulla cessione del Ferraris, non ci sono invece grosse novità. «L'amministrazione recentemente ha eseguito la delibera, che era stata assunta dal Consiglio in sede di approvazione del bilancio, nel quale lo stadio rientrava nel piano delle alienazioni. Preciso che lo stadio non è di proprietà di Spim, ma del Comune di Genova. È stata bandita la procedura di vendita, con un prezzo di 16 milioni e 578 mila euro. I termini di questa procedura scadranno il 15 ottobre, non ritengo dunque corretto esprimermi su quello che sarà il seguito. Attendiamo l'esito della procedura».

Martedì 2 ottobre 2018 alle 14:33:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News