Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 14.45 del 18 Aprile 2019

Genova e lo sport, un 2019 da record

Oltre al Giro dell’Appennino di ciclismo, nei prossimi mesi si terranno tre campionati mondiali e l’europeo di judo per ipovedenti e non vedenti

discipline
Genova e lo sport, un 2019 da record

Genova - In attesa di conoscere il verdetto sulla candidatura a Capitale Europea dello Sport 2023, Genova consolida – e conferma a livello internazionale – la sua passione e i suoi storici legami con tutte le discipline sportive. Quest’anno, per la prima volta nella sua storia, ospiterà tre campionati mondiali (vela, vela per disabili e danza sportiva) e l’europeo di judo per ipovedenti e non vedenti. Rinnovato anche il ruolo di città protagonista del ciclismo con l’arrivo del Giro dell’Appennino. Il programma che verrà offerto è il risultato della collaborazione con vari soggetti pubblici e privati fra cui Regione Liguria e Camera di Commercio.

Eventi - Nei prossimi mesi, grazie a queste competizioni di altissimo livello tecnico, agonistico ed etico, Genova sarà sempre più al centro dell’attenzione degli appassionati di tutto il mondo anche sotto l’aspetto di meta turistica. Eccole nel dettaglio. Hempel World Cup Series 2019 di vela (14-21 aprile): Per la prima volta la manifestazione approda in Italia. World Sailing e le Federazioni Vela italiana e francese hanno scelto Genova come tappa europea, per la sua storia, i servizi innovativi che può offrire e i cinque campi di regata messi a disposizione. Si tratta dell’evento internazionale più importante delle classi olimpiche che, nell’intero circuito di Coppa del Mondo, coinvolge la statunitense Miami e la giapponese Enoshima. Verrà replicato il prossimo anno quando sarà valevole anche come regata europea di qualificazione continentale per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020. In città arriveranno 700 equipaggi con i loro accompagnatori; tutti si ritroveranno il 15 aprile in piazza De Ferrari per l’apertura ufficiale dei giochi e per l’abbraccio della città. Giro dell’Appennino di ciclismo (28 aprile): Giunta alla sua 80a edizione, quest’anno denominata “Memorial Vittime del Ponte Morandi”, la corsa organizzata dall’Us Pontedecimo farà ancora parte della Ciclismo Cup, il circuito nazionale che assegnerà il titolo a squadre e individuale. Grazie al gemellaggio con l’altra classica ligure, il Trofeo Laigueglia svoltosi a febbraio, verrà riproposta la formula del Challenge Liguria. Il vincitore taglierà il traguardo in via XX Settembre. Campionati europei di judo per ipovedenti e non vedenti (26-28 luglio): L’RDS Stadium della Fiumara ospiterà questa manifestazione che vale anche come ultima prova di qualificazione per le paralimpiadi di Tokyo 2020. Una ventina saranno le nazioni rappresentate da oltre quattrocento atleti che, insieme ai settecento accompagnatori previsti, soggiorneranno in città quattro giorni prima e altri due al termine dell’evento. Campionato del mondo Classe 2.4mR di vela paralimpica (12-18 ottobre): Anche questa specialità sarà protagonista a livello mondiale grazie all’organizzazione dello Yacht Club Italiano. Circa trecento velisti gareggeranno nelle acque genovesi in una specialità che desidera fortemente l’inclusione nelle paralimpiadi del 2024 e che, anche per questo motivo, richiamerà atleti e barche da tutto il mondo in cerca di visibilità e successi. Campionati internazionali di danza sportiva (8-17 novembre): Dall’acrobatica al liscio passando dai balli caraibici e altri ancora. Saranno complessivamente circa tremila i ballerini che all’RDS Stadium della Fiumara si cimenteranno in una molteplicità di prove mondiali ed europee. Lo spettacolo coinvolgerà l’intera città, compresi alcuni hotel che ospiteranno workshop a tema.

Programmazione - «La scelta di Genova da parte di tutte queste federazioni e organizzazioni sportive è un grande riconoscimento al lavoro e all'impegno dell’amministrazione comunale – commenta il consigliere delegato allo sport Stefano Anzalone - È il frutto di un lavoro impegnativo fatto di programmazione e di relazioni internazionali che ci inorgoglisce, anche per il supporto che tutto ciò potrà dare alla nostra candidatura a futura Capitale Europea dello Sport. I prossimi mesi saranno anche un’importante occasione per mostrare al mondo le bellezze e l’organizzazione della nostra città».

Venerdì 22 marzo 2019 alle 17:15:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News