Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 19.00 del 7 Dicembre 2019

Il Genoa sbanda in difesa e il Cagliari trova la vittoria: finisce 3-1

Segna Kouamè ma non basta: un'autorete di Zapata e un gol di Joao Pedro mandano al tappetto i rossoblu

Il Genoa sbanda in difesa e il Cagliari trova la vittoria: finisce 3-1

Genova - Cagliari: Olsen; Cacciatore, Pisacane, Ceppitelli, Pellegrini; Nandez, Cigarini, Ionita; Castro; Joao Pedro, Simeone. All. Maran. A disp.: Rafael, Klavan, Lykogiannis, Pinna, Walukiewicz, Birsa, Deiola, Oliva, Rog, Cerri, Ragatzu.

Genoa: Radu; Biraschi, Zapata, Criscito; Ankersen, Schöne, Radovanovic, Pajac; Saponara; Kouamé, Favilli. All. Andreazzoli. A disp.: Jandrei, Marchetti, Barreca, Cassata, Ghiglione, Goldaniga, Romero, Lerager, El Yamiq, Pandev, Pinamonti, Sanabria.

Arbitro: Manganiello di Pinerolo

Il Genoa cade per la seconda volta in campionato al termine di una gara giocata sottotono: i rossoblu allenati da Aurelio Andreazzoli perdono 3-1 alla Sardegna Arena dopo aver agguantato il pari al 38’ del secondo tempo con Kouamè.

Il mister rossoblu decide di cambiare qualche giocatore anche in virtù delle tante partite ravvicinate in pochi giorni: in difesa torna Biraschi e riposa Romero mentre sulle fasce di centrocampo turno di stop per Ghiglione e Barreca sostituiti da Ankersen e Pajac. In attacco con il confermato Kouamè c’è Favilli supportati da Saponara. La prima occasione della partita è del Cagliari con Pellegrini ma Radu c’è e devia. I padroni di casa si rendono ancora pericolosi, stavolta con Joao Pedro ma il suo colpo di testa è debole e Radu para. La prima occasione degna di nota per il Genoa è al 33’ con Kouamè ma il suo colpo di testa viene respinto da Olsen. Poi il primo tempo scivola via senza altre emozioni e Manganiello al 46’ manda tutti negli spogliatoi.

Nel secondo tempo il Cagliari entra in campo più determinato e al primo affondo trova il gol del vantaggio con l’ex Simeone bravo a sfruttare un cross di Ionita e di testa a battere Radu. Lo svantaggio però non scoraggia il Genoa che al 17’ ha la possibilità di pareggiare con Favilli ma di testa manda fuori. Al 38’ i rossoblu genovesi trovano il gol con Kouamè bravo di destro a infilare Olsen. La gioia per la rete dura però un minuto perché Zapata di testa insacca nella sua porta cercando di anticipare Birsa. Il 2-1 è una mazzata per il Genoa che al 43’ si vede bucare per la terza volta da Joao Pedro bravo in contropiede a sfruttare un’ingenuità del centrocampo e a superare Radu. Finisce così alla Sardegna Arena con il Genoa che esce al termine di una partita sottotono: mercoledì al Ferraris arriverà il Bologna e servirà una prova convincente per tornare a conquistare i punti lasciati per strada nelle ultime due gare.

Venerdì 20 settembre 2019 alle 23:10:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News