Notizie cronaca genova Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 17.30 del 24 Maggio 2018

Lapadula: «Rigore? Evidente. I fischi? Li vivo con il sorriso»

GENOA-SPAL
Lapadula: «Rigore? Evidente. I fischi? Li vivo con il sorriso»

Genova - «Sicuramente potevamo fare meglio perché avevamo un uomo in più, dobbiamo lavorare tanto» afferma Gianluca Lapadula al termine della sfida pareggiata dal Genoa 1-1 con la Spal.

Il numero dieci rossoblù è stato l'assoluto protagonista del match, in positivo e in negativo. «Sul primo rigore mi è dispiaciuto sbagliarlo, però era l'inizio della partita. Sapevo benissimo che c'erano altri ottanta minuti per fare benissimo. E subito dopo c'è stato il secondo rigore. Ho avuto il dubbio di ripresentarmi dal dischetto? Il dubbio non esiste in questi casi qua, bisogna andare sempre decisi».

Secondo rigore che ha portato anche all'espulsione di Vicari, innescando così diverse polemiche. «Mi sono sentito toccare in maniera evidente, mi sembrava strano che non avesse fischiato subito. Poi con il Var hanno visto che la gamba è stata toccata, altrimenti avrei fatto gol».

Lapadula che sta cercando di ritrovare la condizione dei giorni migliori, quella mancata nella prima parte del campionato. Ma lui giura: «Sto ottimamente. Ho un bel rapporto con i ragazzi, con la società e con lo staff tecnico quindi con vivo questo momento con la massima tranquillità. Annata sfortunata? No, devo fare gol, tutto qua. Le annate sfortunate sono altre».

Ai più critici che insinuano che il gioco del Genoa non lo favorisca, l'ex Milan risponde: «Non è vero. Anzi, devo ringraziare i miei compagni ogni domenica, perché mi danno sempre tranquillità e mi mettono sempre in condizione di far gol».

«L'impegno e la voglia non devono mancare mai - prosegue Lapadula -, sia che uno faccia i gol o che non li faccia. Poi questa è una passione, non è un lavoro. Ci divertiamo, è bello e vogliamo farlo nei migliori dei modi. Critiche? A me non arrivano e non mi toccano. Sicuramente ci si aspetta tanto da me, io cerco di dare il massimo e di avere sempre in campo l'atteggiamento giusto».

Eppure al momento della sostituzione sono piovuti i fischi del Ferraris. «Li ho vissuti con il sorriso. Ero dispiaciuto per il risultato, ma non per i fischi».

Lapadula che pensa già alla partita di martedì con il Cagliari. «C'è una partita importantissima martedì, per il derby ci sarà il tempo di pensarci. Rossi? Sicuramente ci darà una mano nel prosieguo del campionato. Credo che la parola giusta per rappresentarlo sia "talento". Gli auguro di tornare ai suoi livelli perché è un gran giocatore».

Sabato 31 marzo 2018 alle 18:09:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova






VIDEOGALLERY



























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News