Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 14.40 del 11 Dicembre 2018

Prandelli: «Cambiare ora sarebbe una follia, ci saranno solo due cambiamenti»

Conferenza stampa di presentazione, Prandelli: «Spero che sia una grande storia d'amore»

IL NUOVO MISTER
Prandelli: «Cambiare ora sarebbe una follia, ci saranno solo due cambiamenti»

Genova - «C’è disponibilità da parte dei giocatori. C’è unità d’intenti tra tutti per fare bene. Ho parlato con il capitano Criscito e con Pandev: loro due sono due riferimenti dentro e fuori dal campo» così Cesare Prandelli, nella conferenza stampa di presentazione come nuovo allenatore dei rossoblu. E ha poi aggiunto: «Sono convinto che se avremo sintonia con la Gradinata potremo uscire da questo momento difficile».

Sull'impegno di campionato imminente contro la Spal: «Cambiare ora sarebbe una follia. Ci saranno solo due cambiamenti che spiegherò alla fine della partita con la Spal [...] Noi dovremo sempre giocare da squadra. Con la Spal dovremo fare una grande partita. Mi auguro che tutti capiscano che è un momento particolare. Voglio unione d'intenti. Spal gioca e corre. Dovremo essere aggressivi ovunque».

Prandelli ha voluto ringraziare Juric: «Ringraziare Ivan è doveroso perché è stato molto sfortunato. Io oggi sono molto emozionato perché sono in un club importante dalla storia pesante e in uno stadio da brividi. Ricordo un 2-2 col Verona qui e quel tifo contro alla mia squadra non la dimentico. Noi dobbiamo essere generosi. Io vivo di emozioni e qui le trovo. Avevo altre offerte ma questa del Genoa le supera tutte. Voglio dimostrare di poter tornare a testa alta in questo campionato».

E conclude: «Spero che sia una grande storia d'amore».

Durante la conferenza era presente anche il direttore generale Perinetti: «Diamo il benvenuto a Prandelli e salutiamo Juric che ha dato il massimo. Dopo il ko con l'Entella abbiamo dato delusione ai tifosi e a noi stessi. Tutti dobbiamo assumerci le responsabilità e metterci tutto non solo la faccia. Dobbiamo fare meglio anche come società. Ci affidiamo ad una persona di grande competenza e speriamo sia un percorso lungo insieme. Con la Spal partita delicata è difficile dobbiamo tornare alla vittoria per ritrovare serenità».

Sabato 8 dicembre 2018 alle 15:00:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News