Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 19.30 del 10 Dicembre 2018

The City Game. L’immaginario urbano nei videogiochi”, all'Ordine degli Architetti

The City Game. L’immaginario urbano nei videogiochi”, all´Ordine degli Architetti

Genova - Mercoledì 5 dicembre, dalle 15 alle 19.30, nella sede dell’Ordine degli Architetti di Genova in piazza San Matteo 18, si tiene l’incontro “The City Game. L’immaginario urbano nei videogiochi”, a cura di Gian Luca Porcile, Nicola Canessa e Alessandro Ravera. L’appuntamento fa parte della rassegna Big November 4, promossa dalla Fondazione Ordine degli Architetti di Genova.

I videogiochi sono oggi la prima industria culturale del pianeta, inoltre il loro carattere immersivo e la possibilità di integrare la terza dimensione rendono il loro rapporto con l’architettura particolarmente interessante. Si propone quindi una lettura critica di alcune “città” che, pur restando luoghi esclusivamente virtuali, hanno contribuito a formare l’immaginario urbano contemporaneo. È difficile cogliere l’importanza dell’industria dei videogiochi nelle nostre vite e nelle nostre città. A differenza del cinema o del teatro questo media non richiede un luogo specifico dedicato alla sua fruizione; apparentemente esso non sta poi comportando una trasformazione della società com’è avvenuto per la televisione. Tuttavia alcuni dati invitano ad una riflessione: Grand Theft Auto V [Rockstar Games, 2013] nell’estate del 2018 si apprestava a raggiungere i 100 milioni di copie vendute. Ad essere interessante, per chi si occupi di architettura e di città, non è tanto il fattore economico ma un altro dato: Los Santos, la città virtuale in cui GTA V è ambientato, è stata “visitata” da almeno 100 milioni di persone nei cinque anni che ci separano dal 17 settembre 2013, data d’uscita del gioco. Se Los Santos fosse una località reale sarebbe stata destinazione, in questi cinque anni, di un numero di visitatori tale dal renderla una delle più importanti mete del turismo mondiale insieme a Londra, Parigi e New York. Questo esempio ci invita a riflettere sui luoghi, sulle città e sulle architetture che stanno all’interno dei videogiochi. La loro importanza non può essere trascurata perché questi frutti di quella che, da anni, è la prima industria culturale del pianeta formano il nostro immaginario, plasmano la nostra idea di città, permettono un’immersione all’interno degli spazi che sarebbe semplicemente impensabile per qualunque altro media. Inoltre, se nei primi videogiochi le ambientazioni erano generalmente realizzate direttamente dai programmatori, le grandi produzioni più recenti, i cui costi possono arrivare a centinaia di milioni di dollari, si avvalgono di squadre di art director e di architetti; c’è quindi in essi, per quanto la prospettiva possa apparire singolare, uno dei futuri della professione.
L’incontro è a ingresso libero.

Lunedì 3 dicembre 2018 alle 15:30:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News