Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 14.10 del 23 Luglio 2019

Anno Nuovo Vita Nuova ?

Anno Nuovo Vita Nuova ?

- Buongiorno e Buon Anno Nuovo!

Come tutte le volte che un anno finisce, è un inevitabile rituale, che molte persone facciano l'elenco dei "buoni propositi", da mettere in atto nell'anno nuovo. Credo che accada perché, sull'onda del cambio di data, si sente l'esigenza di un rinnovamento personale. Ovvero , di un "cambiamento".

E qui sorge la domanda : ma le persone possono "cambiare" ?

Ovvio che SI ! Non potrei credere nel mio lavoro, se non credessi nelle possibilità di un cambiamento, evolutivo, di ogni persona.

Ma, come dice il proverbio: "il diavolo sta nei dettagli" e dunque, prima di "cantare vittoria", diventa essenziale puntualizzare cosa si intende, per "cambiamento". E quindi sviscerarne tutti i "dettagli", che lo compongono.

Intanto c'è un primo livello del cambiamento che è , banalmente, lo scorrere del tempo. Ad un anno siamo diversi dal primo mese di vita, e poi continuiamo a cambiare, a 10 siamo diversi dai 5. A 20 siamo diversi dai 30 e così via.... Quindi ogni persona, che vive, "cambia". Ma, allo stesso tempo, , una parte di quella persona, rimane abbastanza stabile, che tanto che serve per definirne "identità".

Ma non è questo il "cambiamento" che ci interessa, vero?

No, non è questo. Ma il discorso serve a ricordare che in una persona alcune cose possono cambiare, mentre altre restano molto più stabili.

Infatti, alcuni aspetti personali, (ad esempio il temperamento o la costituzione fisica), sono "intrinsechi" e sono scarsamente sensibili al cambiamento. Mentre altri sono il frutto di un apprendimento e di abitudini e come tali , così come sono stati "appresi", possono essere "ri-appresi" in un altro modo" ( vedi la lingua che parliamo ).

Dunque, il primo punto è che SI! Si può cambiare, ma non ci si può "stravolgere"

Ora, riguardo al cambiamento possibile, non vorrei darvi una delusione, ma, checché se ne dica su FB, Vi posso assicurare che NO: NON " basta volerlo"! Per l'esattezza è quel "basta" che stona.

Proprio perchè l' essere umano è altamente adattabile ed il cambiamento è un evento possibile, giusto per non cambiare ad ogni soffio di vento, dentro le persone è come se ci fosse un sistema di sicurezza ( inerzia al cambiamento) che ci fa cambiare solo se "ne vale la pena". Ed a parte, forse, alcuni eventi fortemente catastrofici, la misura del "se ne vale la pena", viene data dalla nostra capacità di accettare la fatica che si fa, nel produrre, nel tempo, un cambiamento, dentro di noi.

Ma se la fatica è una variabile personale, sapere "cosa fare" per produrre un cambiamento, chiama in causa l'aiuto, fornito dalla conoscenza della psicologia di una persona e di come un bravo professionista della mente riesce a convincere, guidare, indirizzare e sostenere una persona, nel suo percorso di cambiamento.

Cambiamento che si concretizza nel passaggio da comportamenti abitudinali e da schemi mentali inutili o dannosi, verso altri comportamenti, abitudini e schemi mentali, più utili per se stessi e per i propri obiettivi.

Quindi non solo bisogna "volerlo" ma anche è necessario accettare di essere aiutati nel percorso di cambiamento da una persona che, in un certo qual modo dovrà mettere in dubbio le a bontà e l' inutilità delle "vecchie" abitudini,. per poterle sostituire con altre, più positive. .

E ottenere la fiducia di una persona, non sempre è una cosa semplice. Ma anche questo fa parte del cambiamento.

Per cui SI, si possono aiutare le persone a cambiare i loro comportamenti disadattivi o i loro schemi mentali che producono malessere anziché benessere. Ma solo se le persone vogliono essere aiutate a cambiare. e se si fidano di chi le aiuta.

E non ultimo se il "cambiamento "desiderato" è davvero "possibile" o meglio ancora , se è davvero il cambiamento che si desidera.

Mi spiego, alcune volte le persone vogliono cambiare perché pensano che questo cambiamento, di per se, gli possa produrre un vantaggio. Ma ovviamente questo è fuorviante. Infatti, se voglio dimagrire perché credo che se diventerò più magro/a, avrò più chances con le donne/uomini, sono destinato alla frustrazione, perché, se non so come approcciare positivamente gli altri quello che dovrò "cambiare" è ben altro che non il peso o l' aspetto fisico..

L' altro aspetto è che con la scusa che "le persone possono cambiare" alcuni sopportano situazioni o relazioni dolorose, in attesa che la situazione o l' altro/altra ( per magia) "cambi". Fermo restando che quasi tutti sono in grado di "cambiare" i loro comportamenti, per un breve periodo di tempo. Ma questo non significa essere cambiati davvero, ma solo che è più conveniente fingere.

Ma oramai è chiaro anche a tutti voi che il "vero" cambiamento non funziona così e quindi, vi invito a non "cascarci".

Ovviamente a questo punto il discorso è lungo ed articolato e lo spazio è poco. Ma credo di essere riuscito a fornirvi dei buoni spunti di riflessione. sul fatto che se volete, davvero, portare avanti i Vostri Buoni Propositi non limitatevi a stringere i pugni e gli occhi ripetendo "lo voglio lo voglio" ma mettete in conto che dovrete impegnarvi decisamente più del previsto e trovare chi vi possa aiutare davvero..

E siccome sono orientato ad essere positivo, sono certo che sarà faticoso, che ci vorrà tempo e ci vorrà costanza, e sono altrettanto certo che si può fare!

Saluti. e Auguri per un Buon Anno Nuovo





Giovedì 11 gennaio 2018 alle 11:15:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News